Aggiornamento graduatorie ad esaurimento triennio 2014/2017

I docenti convocati lunedì 24 per nomina a T.I.,  possono partecipare al primo incontro di formazione per docenti neoimmessi in ruolo che si terrà dalle h 15 alle h 17 c/o l’ISIS Natta di Bergamo, Via Europa, 15. La frequenza del corso di formazione è necessaria per il superamento del periodo di prova che dovrà essere espletato nel corrente a.s. I docenti neo nominati potranno presentare la domanda di trasferimento entro il giorno 29 c.m.

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

L’AZIONE DELLO SNALS-CONFSAL RAGGIUNGE UN IMPORTANTE RISULTATO

SU SCATTI DI ANZIANITA’ E POSIZIONI ECONOMICHE ATA

E’ stato approvata in via definitiva la legge di conversione del decreto-legge 23 gennaio 2014, n.3, avente per oggetto “Disposizioni temporanee ed urgenti in materia di proroga degli automatismi stipendiali del personale della scuola”. Con questo provvedimento si è realizzato il primo e più importante passo:

  • per il recupero della validità ai fini della progressione di carriera dell’anno 2012;
  • per garantire la retribuzione anche per il corrente anno scolastico al personale ATA che svolgeva i compiti aggiuntivi rispetto a quelli propri del profilo professionale di appartenenza e fruiva delle relative posizioni economiche conseguite dopo il 1° settembre 2011.

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Sommario:

-    Aggiornamento graduatorie ad esaurimento triennio 2014/2017 - Incontro al MIUR

-    CCNI Utilizzazioni e Assegnazioni provvisorie a.s. 2014/2015: prosegue il confronto al MIUR

*   AGGIORNAMENTO GRADUATORIE AD ESAURIMENTO TRIENNIO 2014/2017 - INCONTRO AL MIUR

Vi informiamo che, nella mattinata di oggi, 20/3/2014, si è tenuta al MIUR, una riunione su “Aggiornamento graduatorie ad esaurimento triennio aa.ss. 2014/2017”. L’Amministrazione, rappresentata dai dott. Molitierno e Altimari della D.G. del Personale della Scuola, ha illustrato alle OO.SS. i contenuti della bozza di D.M., relativa alla predisposizione delle graduatorie ad esaurimento per il triennio 2014/2017, già discussa con le organizzazioni sindacali in un precedente incontro ed integrata e modificata anche sulla scorta delle proposte sindacali. Tale bozza è già stata inviata alla firma del Ministro e si prevede possa essere firmata entro fine marzo.

Nella stessa si prevede la presentazione delle domande, con procedura on line, nel periodo compreso tra il 10 aprile e il 9 maggio; l’Amministrazione ha, tuttavia, precisato che, ovviamente, tali date sono per ora presumibili e vi sarà certezza sulle stesse, soltanto dopo che il Ministro avrà firmato il D.M..

La bozza di D.M. è relativa all’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per il personale docente ed educativo ed i trasferimenti da una provincia all’altra.

Il personale docente ed educativo, inserito a pieno titolo o con riserva, nelle fasce I, II, III e aggiuntiva delle graduatorie ad esaurimento potrà richiedere:

       la permanenza e/o l’aggiornamento del punteggio di inserimento in graduatoria;

       la conferma dell’iscrizione con riserva e lo scioglimento della stessa;

       il trasferimento da una provincia all’altra.

Tutte le domande dovranno essere prodotte via web, entro il termine tassativo previsto dal decreto ministeriale.

La domanda dovrà essere presentata da tutti coloro che sono già inseriti in graduatoria, anche con riserva; coloro che non presentano le domande saranno depennati.

Il MIUR si riserva di emanare successivi provvedimenti per lo scioglimento delle riserve e l’inserimento dei titoli di specializzazione soltanto per quanti conseguano tali titoli successivamente alla data di scadenza dei termini.

Il D.M., di prossima emanazione, non si discosta sostanzialmente dai contenuti dei decreti ministeriali relativi al precedente triennio.

Tra le novità, che potrete leggere non appena sarà pubblicato il testo del D.M., vi segnaliamo, tra l’altro, che:

       sono state previste le necessarie integrazioni, a seguito della procedura di infrazione 4038/2010, attivata dalla Commissione Europea su un non corretto recepimento della direttiva 36/2005, relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, archiviata dalla Commissione medesima in data 20/11/2013. Tale ultima questione riguarda la valutazione dei titoli di accesso in caso gli aspiranti abbiano prodotto, quale titolo di accesso, l’abilitazione conseguita in uno dei paesi dell’Unione Europea, se formalmente riconosciuta con D.M. di equipollenza. I candidati potranno chiedere la rivalutazione del titolo di accesso ai sensi del punto a4) della vigente tabella di valutazione dei titoli di III fascia, purchè in possesso di requisiti specifici, dettagliati nel D.M. di prossima emanazione;

       si definisce il punteggio da attribuire al personale docente ed educativo, non inserito negli elenchi prioritari, emanati ai sensi dei decreti ministeriali n. 82 e n. 100 del 2009, n. 68 e n. 80 del 2010 e n. 92 del 2011, ma comunque inserito nelle graduatorie ad esaurimento o in quelle di circolo o istituto, che abbia svolto attività progettuali finanziate dalle regioni, cui spetta il punteggio relativo alla durata del progetto;

       si introduce, tra i servizi valutabili, anche la partecipazione ai progetti attuati dalle Regioni, a partire dall’a.s. 2012/2013, con specifica convenzione con il MIUR, se di durata minima di 3 mesi e fino ad un massimo di 8.

La delegazione SNALS-Confsal, coerentemente con le richieste effettuate nella precedente riunione, ha comunque:

       condiviso le date ipotizzate dall’Amministrazione per la presentazione delle domande;

       proposto di non prevedere, contestualmente, presentazione di domande relative ad altre procedure;

       chiesto di aprire, da subito, il confronto sulla predisposizione delle norme relative al rinnovo delle graduatorie di istituto sia per il personale docente che per il personale ATA;

       evidenziato, ancora una volta, che è necessario garantire una tempistica che eviti agli aspiranti di formulare domande nei mesi estivi e al personale ATA, in servizio nelle istituzioni scolastiche, un notevole aggravio di lavoro in tali mesi, dovendo provvedere alla valutazione delle domande di supplenza;

       chiesto di prevedere per le domande di supplenza di coloro che sono già inseriti in graduatoria (sia docenti che ATA), il solo aggiornamento dei dati comunicati nelle precedenti domande;

       ribadito che va prevista la pubblicazione delle graduatorie di supplenza entro il 31 agosto, per scongiurare, all’inizio dell’anno scolastico, l’effettuazione di nomine fino “all’avente diritto”.

*   CCNI UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE A.S. 2014/2015: PROSEGUE IL CONFRONTO AL MIUR

Nella mattinata di oggi 20 marzo 2014, è proseguito al MIUR il confronto per la predisposizione dell’ipotesi di CCNI relativa alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2014/2015.

L’Amministrazione era rappresentata dalle dott.sse Palermo e Alonzo.

Nell’incontro odierno si è provveduto alla seconda lettura dell’ipotesi di CCNI confermando le modifiche già ipotizzate in prima lettura e aggiungendo alcune precisazioni. Ve ne sintetizziamo alcune brevemente.

All’art. 4 (Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie degli IRC) al nuovo comma 3, concordato in prima lettura, relativamente ai docenti di religione cattolica, di cui all’art. 37bis, co. 8 del CCNI 26/2/2014, è stato precisato che gli stessi fruiscono, ai fini della precedenza per il rientro nella sede di servizio nell’a.s. 2012/2013, dell’art. 8, co. 1, p. II.

All’art. 11 (personale ATA destinato delle utilizzazioni) è stato aggiunto, al punto g1, (analogamente a quanto già previsto per il personale docente), per il personale ATA a tempo indeterminato a decorrere dal 1° settembre dell’anno scolastico precedente, trasferito d’ufficio, l’inserimento tra i possibili destinatari del provvedimento di utilizzazione. A seguito di tale modifica, sono stati attuati alcuni correttivi nella sequenza operativa relativa alle operazioni di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale ATA.

Sono stati effettuati, inoltre, alcune piccole modifiche alla sequenza operativa di utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente.

Quanto all’art. 6bis, si è iniziata la prima lettura, ipotizzando la possibilità di alcune modifiche, anche finalizzate ad una più uniforme interpretazione dello stesso sul territorio nazionale. Non si è ancora pervenuti ad una stesura concordata di tale articolo, sperando di realizzarla nell’incontro già calendarizzato per lunedì 24 p.v., perseguendo l’obiettivo di sottoscrivere l’ipotesi di CCNI in data 26 marzo.