DS in Lombardia e Toscana Immissioni in ruolo ATA

Sommario:

-    Concorso a dirigente scolastico in Lombardia e Toscana - Informativa del MIUR

-    Ipotesi di CCNI utilizzazioni e assegnazioni provvisorie a.s. 2014/2015: Incontro al MIUR

-    Immissioni in ruolo personale ATA a.s. 2013/14

*   CONCORSO A DIRIGENTE SCOLASTICO IN LOMBARDIA E TOSCANA - INFORMATIVA DEL MIUR

Nel corso dell’informativa che si è tenuta in data odierna, il Capo Dipartimento, dott. Chiappetta, e il Vice Capo di Gabinetto, dott. De Angelis, hanno comunicato alle OOSS le valutazioni e le determinazioni alle quali è pervenuto il MIUR sulle due questioni.

LOMBARDIA

Riguardo alle nomine dei vincitori del concorso in Lombardia, il MIUR dopo aver consultato l’Avvocatura dello Stato e l’Ufficio Legislativo, è giunto alla determinazione di suggerire al Direttore Scolastico Regionale di procedere alle nomine di 355 vincitori con decorrenza giuridica immediata e contestuale avvio della formazione specifica, con presa di servizio effettiva da realizzare successivamente al termine delle lezioni e del completamento delle valutazioni finali nel I ciclo, nelle quali potrebbero essere coinvolti vincitori che attualmente sono titolari di classi impegnate negli esami conclusivi del ciclo e comunque entro il 30 giugno 2014.

Per quanto riguarda i vincitori docenti delle scuole del II ciclo la nomina, che avverrà comunque entro il 30 giugno 2014, non esimerà i dirigenti che nell’anno in corso sono docenti di classi terminali impegnati negli esami conclusivi di Stato, quali membri interni, dal partecipare alle operazioni connesse con la valutazione dei propri alunni.

Il dott. Chiappetta ha comunicato che il Direttore Generale della Lombardia si è riservato di esprimere la decisione finale sulla proposta del MIUR entro la giornata odierna.

La delegazione SNALS-Confsal, tenendo conto della complessità della situazione, dei legittimi interessi dei vincitori del concorso e dell’obbligo di legge di garantire la continuità didattica nelle classi ove gli stessi attualmente prestano servizio, ha ritenuto la decisione del MIUR “accettabile”, perché garantisce la nomina giuridica immediata e la presa di servizio effettiva prima dell’inizio del prossimo anno scolastico. In tal modo è garantito anche l’interesse degli alunni delle oltre duemila classi che sarebbero coinvolte e delle rispettive famiglie.

TOSCANA

Per quanto riguarda la situazione venutasi a creare in Toscana, per la decisione del Consiglio di Stato di annullare le fasi della procedura concorsuale successiva alla modifica della commissione d’esame, per effetto della quale sono stati ritenuti nulli tutti gli adempimenti concorsuali conseguenti alla modifica stessa, il dott. Chiappetta ha informato che, come previsto dalla sentenza, è stato avviato un duplice percorso:

-    il primo relativo all’immediato avvio della nuova fase valutativa come previsto dalla Sentenza del Consiglio di Stato, che coinvolgerà gli elaborati di 171 candidati da reimbustare e della nuova fase degli orali. Tutta la procedura di rinnovazione della prova concorsuale si concluderà presumibilmente, a parere del dott. Chiappetta, entro il 30 giugno 2014;

-    il secondo percorso, stante l’assoluta impossibilità di procedere per via amministrativa, riguarda la decisione del Min. Giannini di presentare all’XI Comm. Lavoro della Camera un emendamento al D.L. sulla scuola, già approvato dal Senato, che preveda il mantenimento nella funzione dirigenziale, nelle scuole di attuale servizio fino al completamento della rinnovazione della procedura concorsuale, dei 120 dirigenti nominati a seguito della procedura concorsuale annullata dal Consiglio di Stato.

La delegazione SNALS-Confsal ha insistito per la promulgazione di un decreto legge in materia con efficacia immediata.

Il dott. Chiappetta ha evidenziato la difficoltà di percorrere lo strumento del decreto legge per le resistenze che potrebbero venire da parte del Capo dello Stato che ha ripetutamente manifestato la propria contrarietà all’abuso di questo strumento legislativo.

Sia riguardo alla questione della Lombardia che a quella della Toscana daremo puntuali informazioni non appena avremo notizie certe sulle decisioni assunte dal Direttore Scolastico della Lombardia e dal Parlamento.

 

*    IPOTESI DI CCNI UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE A.S. 2014/2015: INCONTRO AL MIUR

Nella mattinata di oggi, 12/03/2014, è proseguito, al MIUR, il confronto finalizzato alla definizione della ipotesi di CCNI concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2014/15.

L’Amministrazione era rappresentata dalle Dott.sse Maria Assunta Palermo e Valentina Alonzo.

Nell’incontro odierno, sono stati esaminati gli artt. da 1 a 7, col solo accantonamento degli artt. 6 bis - UTILIZZAZIONI DEL PERSONALE NEI LICEI MUSICALI E COREUTICI - e 6 ter - DIFFUSIONE DELLA CULTURA E DELLA PRATICA MUSICALE NELLA SCUOLA PRIMARIA - che saranno oggetto di una successiva riflessione in uno dei prossimi incontri. Il testo di partenza è quello del CCNI 12/12/2013, relativo alle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’a.s. 2013/14, con i dovuti aggiornamenti dell’a.s. di riferimento.

Al termine della rilettura di tale testo e della eventuale modifica dello stesso, sarà effettuata, come sempre, una seconda lettura al fine di meglio approfondire tutte le questioni trattate.

Sono stati validati, per ora, senza modifiche, gli artt. 1, 3, 5 e 6.

Sono state invece apportate modifiche ai seguenti articoli:

Art. 2 – DOCENTI DESTINATARI DELLE UTILIZZAZIONI - sono state effettuate alcune precisazioni per la tutela del personale in soprannumero, titolare DOP e senza sede, appartenente a classi di concorso o ruolo in esubero, prevedendo che l’eventuale utilizzazione d’ufficio in altra classe di concorso, vada effettuata nell’ambito di un unico ordine di scuola; ciò a seguito di alcune problematicità verificatesi nell’ambito degli utilizzi per il corrente a.s..

Art. 4 – UTILIZZAZIONI ED ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEGLI INSEGNANTI DI RELIGIONE CATTOLICA - è stato inserito un comma 3 che mutua i contenuti del comma 8 dell’art. 37 bis del CCNI 26/2/2014, prevedendo il diritto alla precedenza, a domanda, per il rientro nella sede di servizio dell’a.s. 2012/13.

Art. 7 – ASSEGNAZIONI PROVVISORIE PERSONALE DOCENTE – al comma 3, in riferimento alla possibilità di assegnazione provvisoria interprovinciale, è stata prevista la possibilità di effettuare tale domanda, senza vincoli, per gli immessi in ruolo con decorrenza giuridica fino all’1/9/2011, mentre gli immessi in ruolo a partire dall’a.s. 2012/13 potranno effettuare tali domande soltanto se beneficiari delle precedenze previste dall’art. 8 - PRECEDENZE NELLE OPERAZIONI DI UTILIZZAZIONE E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE.

Diversamente non potranno presentare domanda di assegnazione provvisoria interprovinciale per un triennio

Il confronto proseguirà martedì 18 marzo p.v.; vi informeremo sollecitamente degli esiti di tale incontro.

*    IMMISSIONI IN RUOLO PERSONALE ATA A.S. 2013/14

Oggi, 12 marzo, si è tenuta al MIUR un incontro con il seguente o.d.g. :Immissioni in ruolo personale ATA a.s. 2013/2014;

L’Amministrazione era rappresentata dai Dott. De Angelis, Molitierno, Alonzo e Palermo.

Come convenuto nel precedente incontro, anche a seguito della richiesta dello SNALS-CONFSAL, si terrà conto, nell’effettuazione del riparto per profilo dei 3730 posti relativi alle nomine in ruolo per l’a.s. 2013/14, di una “restituzione” alle qualifiche di assistente amministrativo e tecnico dei posti, che non sono stati attribuiti sul contingente delle nomine relative all’a.s. 2012/13, a causa della vertenza inidonei.

I restanti posti saranno ripartiti secondo tradizionali criteri di proporzionalità.

La Delegazione SNALS–CONFSAL ha effettuato le seguenti richieste:

ü    prevedere nomine in ruolo per tutti i profili, in considerazione del fatto che l’Amministrazione non aveva previsto nomine in ruolo per alcuni profili;

ü    prevedere la decorrenza giuridica ed economica dei contratti dall’a.s. 2013/14;

ü    attuare le surroghe dei posti occupati da personale già di ruolo in altri profili, nominato a tempo indeterminato;

ü    scorrimento delle graduatorie dei concorsi riservati.

L’Amministrazione, anche a seguito della discussione odierna, invierà, quanto prima, alle OO.SS. la bozza aggiornata della circolare, nonché il riparto nazionale dei posti per profili professionali e il riparto provinciale degli stessi, numerico e per profili.