19 02 NOTIZIARIO SINDACALE le procedure di conciliazione su posizioni economiche personale ATA restano aperte

Sommario:

-    Incontro al Miur: le procedure di conciliazione su posizioni economiche personale ATA restano aperte

-    Enti pubblici di Ricerca: Prospettive di Horizon 2020 e Bando SIR per giovani ricercatori

-    Avvio progetti di prevenzione della dispersione scolastica - Documenti MIUR

      Grande successo della manifestazione nazionale per lo sciopero dei dirigenti scolastici

-    Formazione delle Commissioni per gli esami di Stato – Al via la presentazione delle domande

-    P.A.S. Chiarimenti MIUR

-    CCNI Risorse aree a rischio - Emanata nuova nota Miur

-    Estero: prosegue la riduzione dissennata degli organici

*    INCONTRO AL MIUR: LE PROCEDURE DI CONCILIAZIONE SU POSIZIONI ECONOMICHE PERSONALE ATA RESTANO APERTE

C O M U N I C A T O     C O N G I U N T O

Posizione economiche personale ATA:   continua in tutte le sedi il pressing di Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals   Confsal e Gilda Fgu per una soluzione positiva del problema

Al termine dell’incontro per le procedure di conciliazione di   questo pomeriggio al MIUR, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda   Fgu, tenuto conto della situazione creatasi con la “vacanza” di governo e dell’iter parlamentare legato alla   conversione in legge del decreto sugli scatti di anzianità, hanno aggiornato   la conclusione delle procedure di conciliazione a dopo l’approvazione della   legge di conversione da parte dell’aula del Senato.

Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Fgu hanno   attivato ulteriori iniziative di pressione sulla 7ª Commissione del Senato al   fine di individuare una completa e totale soluzione del problema. E’   inaccettabile, infatti, l’avvenuta riduzione dello stipendio a partire dal   mese di febbraio operata nei confronti del personale che fruiva delle   posizioni economiche a partire dal settembre 2011 in presenza di regolare   nomina e conseguente attività di servizio.

E’ evidente a tutti, non solo l’impatto in termini economici   sulle retribuzioni ma anche le possibili conseguenze negative sulla qualità   del servizio fornito dalle istituzioni scolastiche qualora il personale ATA   coinvolto, in assenza di retribuzione, sospendesse lo svolgimento di attività   particolarmente delicate e necessarie all’utenza scolastica, ad es., il   supporto agli alunni diversamente abili e la sostituzione in caso di assenza   del DSGA.

Roma, 18 febbraio 2014

CISL Scuola

UIL Scuola

SNALS Confsal

GILDA Unams

Francesco   Scrima

Massimo   Di Menna

Marco   Paolo Nigi

Rino Di   Meglio

*    ENTI PUBBLICI DI RICERCA: PROSPETTIVE DI HORIZON 2020 E BANDO SIR PER GIOVANI RICERCATORI

E’ stato presentato a Roma nella sede del CNR il rapporto del network scientifico Science on the Net che analizza la presenza italiana nei progetti europei di ricerca del 7° programma Quadro appena conclusosi, con l’obiettivo di fornire utili indicazioni per la partecipazione dell’Italia al prossimo Horizon 2020.

Dai dati a disposizione emerge una significativa presenza di alcuni enti pubblici di ricerca nella parte alta della classifica dei contractor (organizzazioni con maggior numero di partecipazioni a progetti). Tra di essi il CNR, l’ENEA, l’INFN, l’ISS. Il CNR, in particolare, con 631 partecipazioni è la quarta organizzazione nella classifica europea.

L’Italia ha partecipato a 10619 progetti, posizionandosi al quarto posto dopo Germania, Regno Unito e Francia, ma scende di un posto nella classifica europea quando si considerano i progetti coordinati, cioè quelli diretti dal nostro paese.

Un dato allarmante, tuttavia, è quello riguardante la differenza tra gli investimenti finanziari dell’Italia nei progetti europei e le risorse che rientrano attraverso i progetti approvati: per ogni euro speso, l’Italia recupera solo 0,65 euro. Nel prossimo Horizon 2020 l’obiettivo italiano è di raggiungere la parità tra risorse investite e ricavi.

Uno spazio specifico è stato riservato ai vincitori delle prestigiose borse di studio ERC (European Research Council), ricercatori degli enti pubblici di ricerca o degli atenei che rappresentano l’eccellenza. Dalle numerose testimonianze dei vincitori ERC presenti all’incontro è emersa la difficoltà di questi ricercatori di non farsi percepire come “corpi estranei” negli enti/atenei di provenienza, atteggiamento che impedisce loro di esercitare un benefico ruolo trainante all’interno dell’organismo scientifico nel quale operano.

Fulvio Esposito, capo della segreteria tecnica del ministro Carrozza, ha sottolineato che il bando per i giovani ricercatori appena pubblicato (Bando SIR, Scientific Indipendence of young Researchers, 23 gennaio 2014)) – sul quale il nostro sindacato ha espresso apprezzamento- è stato strutturato sulla falsariga di quello per gli starting grants ERC e stanzia 47 milioni di euro, la più alta cifra che il Miur abbia mai messo a disposizione dei giovani ricercatori.

*    AVVIO PROGETTI DI PREVENZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA - DOCUMENTI MIUR

Il MIUR ha inviato la circolare prot. 1014 del 18-02-2014 avente per oggetto: “Avvio procedura per la selezione e il finanziamento di progetti in materia di apertura delle scuole e prevenzione della dispersione scolastica in attuazione dell'art. 7 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104”, con la quale, facendo riferimento al DDG n. 25 del 7 febbraio 2014, trasmesso con la medesima circolare, informa i Direttori Generali degli UU.SS.RR. e i dirigenti scolastici che si avvia la procedura di selezione e finanziamento di progetti mirati alla prevenzione della dispersione scolastica, in attuazione dell’art. 7 del DL 104/2013.

Le istituzioni scolastiche dovranno inoltrare la domanda di partecipazione e la scheda del progetto al rispettivo USR entro il 28 febbraio 2014.

La selezione dei progetti da parte delle Commissioni giudicatrici si concluderà entro il 5 marzo 2014.

Inseriamo in area riservata ed in internet i suddetti documenti.

*    GRANDE SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE PER LO SCIOPERO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI

Vi riportiamo quanto pubblicato sul nostro sito internet sabato scorso.

Grande successo della manifestazione nazionale a Roma dei dirigenti scolastici indetta da Snals Confsal, Cisl Scuola e Uil Scuola in concomitanza con lo sciopero nazionale della categoria.

Più di 500 dirigenti scolastici provenienti da tutte le regioni hanno affollato la scalinata del Miur per protestare contro l'attacco alle loro retribuzioni.

Numerosa la presenza di dirigenti iscritti allo Snals Confsal accompagnati in molti casi anche dai responsabili delle strutture provinciali e regionali (Roma, Caserta, Marche, Abruzzo, Veneto, Lazio).

I coordinatori nazionali dei tre sindacati che hanno indetto lo sciopero nei loro interventi  hanno ricordato i motivi che hanno generato la protesta, invitando la categoria a nuove mobilitazioni qualora non giungano dalla Parte Pubblica le risposta che ci attendiamo.

Non abbiamo escluso una nuova forte manifestazione di fronte al Parlamento, se sarà necessario, per dare segnali inequivocabili che la categoria non intende tollerare vessazioni ed umiliazioni.

Abbiamo anche auspicato che si ricompatti il fronte di tutte le sigle sindacali per dare un segnale forte di unità della categoria di fronte all'attacco che viene portato alla loro dignità professionale. 

Anche negli interventi dei dirigenti presenti alla manifestazione sono state confermate e rafforzate le valutazioni e le proposte avanzate dai coordinatori nazionali.

Nel corso della manifestazione, una delegazione rappresentativa delle provenienze territoriali dei manifestanti è stata ricevuta dai capi dipartimento dott.ssa Bono e dott. Chiappetta che hanno preso atto delle legittime richieste dei dirigenti, rispetto alle quali il MIUR ha espresso la sua valutazione positiva scontrandosi con il veto ostativo dell'organo di controllo del MEF.

Hanno ribadito che la decisione sulla questione è di competenza politica e che proprio in queste ore stiamo assistendo alla conclusione del percorso del Governo in carica che quindi non ha più poteri decisionali su una questione come quella rappresentata dai dirigenti scolastici.

La delegazione, rafforzata dalla presenza dei rappresentanti dei sindacati che hanno indetto lo sciopero,ha sollecitato unanimemente che il MIUR si liberi dalla tutela politica del MEF e che riprenda una sua autonomia decisionale nell'interesse della scuola e dei suoi operatori.In questa prospettiva hanno comunicato che la mobilitazione della categoria continuerà secondo le modalità più opportune per conseguire quanto legittimamente rivendicato.

La manifestazione si è conclusa con l'impegno comune di attivare nuove stringenti iniziative per sensibilizzare il nuovo Governo e il Parlamento  per la positiva soluzione della vertenza.

*    FORMAZIONE DELLE COMMISSIONI PER GLI ESAMI DI STATO – AL VIA LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Vi comunichiamo che il Miur ha emanato, in data 13 febbraio 2014, la circolare n. 29 avente per oggetto: “Formazione delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria di secondo grado per l’anno scolastico 2013/2014”.

Con tale circolare il Ministero, tra l’altro, fornisce precisazioni, indicazioni, istruzioni su alcuni aspetti:

–    formazione delle commissioni;

–    partecipazione alle commissioni del personale avente titolo;

–    adempimenti dei Dirigenti scolastici ed degli Uffici Scolastici periferici;

–    criteri di nomina dei presidenti e dei commissari esterni.

Le schede di partecipazione del personale docente e dirigente scolastico (mod. ES-1) saranno presentate con istanze on line, tramite POLIS, nel periodo compreso tra il 20 febbraio 2014 e 12 marzo 2014 (entro le ore 14.00).

Invece il personale universitario e delle istituzioni AFAM, utilizzerà modalità tradizionali di invio della scheda mod. ES2, con invio della stessa entro l’8 marzo 2014. Per comodità di consultazione, riportiamo, di seguito integralmente, l’allegato 5 relativo a “Elenco recante l’indicazione dei termini degli adempimenti amministrativi e tecnici”.

Attività

Periodo/Data

1

Termine   per la designazione dei commissari interni da parte dei consigli di classe e   delle proposte di configurazione da parte dei Dirigenti Scolastici

20/2/2014

2

Termini   per la trasmissione, tramite istanza POLIS, delle schede di partecipazione   (Modello ES-1)

20/2/2014 - 12/3/2014
  (ore 14,00)

3

Termine   ultimo per la presentazione delle schede degli aspiranti ai Rettori (Modello   ES-2)

8/3/2014

4

Termine   ultimo per il recapito, dai Dirigenti scolastici agli Uffici Scolastici   Regionali, delle proposte di formazione delle commissioni, comprensive   dell’indicazione riguardante la componente interna (Modello ES-0)

26/2/2014

5

Termine   ultimo per il recapito delle schede Modello ES-2 dai Rettori delle università   e dai Direttori delle istituzioni A.F.A.M. agli Uffici Scolastici Regionali   competenti

18/3/2014

6

Termine ultimo   per il recapito, dai Dirigenti scolastici agli Uffici Scolastici regionali,   dell’elenco alfabetico riepilogativo degli aspiranti che hanno presentato il   modello ES-1, dell'elenco degli esonerati e dei docenti che abbiano omesso di   presentare la scheda (con indicazione dei motivi)

28/3/2014

7

Verifica   e convalida delle schede di partecipazione (Modelli ES-1) da parte degli   Istituti Scolastici e degli Uffici Provinciali

13/3/2014 - 31/3/2014

8

Gestione   delle proposte per la configurazione delle Commissioni da parte degli Uffici   Scolastici Regionali

21/2/2014 – 31/3/2014

9

Gestione   delle schede di partecipazione (Modelli ES-2) da parte degli Uffici   Scolastici Regionali competenti

21/2/2014 – 31/3/2014

*    P.A.S. CHIARIMENTI MIUR

Vi comunichiamo che il MIUR ha emanato, in data 14/2/2014, la nota prot. 475 che fornisce chiarimenti in merito ai PAS. In particolare, a fronte della indisponibilità di molti atenei e istituzioni AFAM all’attivazione dei PAS per quest’anno accademico, con il conseguente rinvio, del tutto discrezionale, all’anno accademico successivo, il MIUR puntualizza che la suddivisione in più anni accademici può essere giustificata soltanto da una obiettiva mancanza di recettività di atenei o istituzioni AFAM, in presenza di un elevato numero di aspiranti.

*    CCNI RISORSE AREE A RISCHIO - EMANATA NUOVA NOTA MIUR

Vi comunichiamo che il MIUR, in data 13/02/2014, ha emanato la nota 923, avente per oggetto: “Contratto Collettivo Integrativo Nazionale sui criteri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l'anno scolastico 2013/2014 - Esercizio Finanziario 2013”. Tale nota fornisce, a seguito di quesiti, alcuni chiarimenti sulla nota prot. 724 del 4 febbraio scorso, di pari oggetto. La nota 923, in riferimento al CCNI siglato in ipotesi il 18/12/2013, chiarisce l’urgenza, pur nell’autonomia di tempistica regionale, di definizione della contrattazione regionale relativa ai criteri di utilizzo delle risorse e obiettivi delle azioni progettuali; la nota ribadisce, altresì, la data finale del 10/7/2014 per l’invio della documentazione finale al MIUR, comprensiva della relazione finale di monitoraggio, tabella di sintesi, elenco delle scuole che hanno attuato i progetti, importi del finanziamento e codici meccanografici delle scuole.

*    ESTERO: PROSEGUE LA RIDUZIONE DISSENNATA DEGLI ORGANICI

Quasi azzerando le relazioni sindacali, già ridotte da tempo al minimo, il MAE detta ai propri organi periferici i criteri per continuare a ridurre gli organici fino al limite minimo di 624 unità, come stabilito dalla L. 135/2012. A tal fine devono considerarsi superati gli attuali contingenti e saranno coinvolti anche i posti occupati da docenti non in scadenza di mandato, ricollocabili in altre sedi.

Infine, come per il corrente anno scolastico 2013/2014, ai sensi della Legge 125/2013 (art. 9), il MAE potrà inviare un limitato numero di docenti, Dirigenti scolastici e Dsga per far fronte a situazioni critiche.