Riservisti GaE MOF 2019 20 dsga

 

 

Nota MIUR per DSGA

 

In allegato la nota MIUR

 

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

 

CCNI MOF 2019/20

 

Nel pomeriggio del 18 si è svolto l’incontro per la Contrattazione Integrativa Nazionale ai sensi dell'articolo 40 comma 4 lettera a del CCNL 16/18 incentrata sui Criteri di ripartizione delle risorse del Fondo MOF per l'anno scolastico 2019/2020. Le risorse complessive ammontano a 800.860.000 euro di cui 142.800.000 destinate al Bonus docenti introdotto dalla legge 107/2015. Tali risorse sono inferiori allo stanziamento dello scorso a.s. ( 818.730.000 euro) poiché, come previsto dall’art. 40 c.3 del CCNL 2016/18, parte dei finanziamenti del MOF serve al riconoscimento della Retribuzione Professionale Docente (RPD) nello stipendio.


Gli importi sono quelli sotto riportati:

FIS

519.180.000,00

FUNZIONI STRUMENTALI

45.240.000,00

INCARCHI SPECIFICI

29.620.000,00

ATTIVITA' ED.FISICA

17.150.000,00

ORE ECCEDENTI

30.000.000,00

VALORIZZAZIONE DOCENTI

142.800.000,00

AREE A RISCHIO

16.870.000,00

Totale

808.860.000,00


L'Ipotesi di CCNI sottoscritto, conferma i consueti criteri di ripartizione delle risorse tra le diverse finalizzazioni previste dal CCNL e introduce esclusivamente un nuovo criterio per l'assegnazione della quota per le "Misure incentivanti per le aree a rischio" ai CPIA, esclusi lo scorso a.s. poiché al SIDI non erano disponibili gli stessi dati utilizzati per le altre istituzioni scolastiche ( dispersione e presenza di alunni stranieri ). Per rimediare a questa situazione si farà ricorso, alle economie degli anni precedenti mentre per il 2019/2020 il CCNI sottoscritto ieri, ha previsto l'attribuzione di un totale di 400.000 euro ai CPIA sulla base del valore medio per alunno assegnato alle altre Istituzioni scolastiche della medesima regione.
Le novità principali del CCNI sono:

  • l'accesso al bonus premiale non solo ai docenti di ruolo ma anche ai precari
  •  
  • la possibilità di riaprire la contrattazione di istituto per utilizzare anche nell'anno in corso eventuali somme non impiegate.

 

 

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^



Precariato, stipendi, ATA, Dirigenti.

Fioramonti: risposta entro 3 giorni.

Snals: PAS partano con percorsi velocizzati

 

Conclusa al Ministero la prima riunione tra sindacati e Ministro. Primo incontro interlocutorio, sono state esposte le problematiche, e indicate le urgenze del sistema scolastico. Ne parliamo con Elvira Serafini segretario generale dello Snals, soddisfatta per l’incontro, seppure ancora di tipo interlocutorio.Lo Snals ha avuto la possibilità di esporre in maniera dettagliata le problematiche, da quelle del personale ATA e docente, a quelle dei Dirigenti Scolastici che ancora mancano, a quelle dei DSGA.

Lo Snals ha richiamato l’attenzione sulla prossima Legge di Bilancio, per la quale il sindacato chiede fondi appositi per il rinnovo del contratto.

Attenzione particolare va data – prosegue la Serafini – all’elevato numero di docenti che mancano in cattedra. La scuola è comunque partita, e i precari danno il loro contributo per la qualità dell’offerta didattica.

Per quanto riguarda nello specifico le misure per il Precariato, è stato illustrato il contenuto dell’accordo già sottoscritto a giugno 2019 dai sindacati, e in particolare lo Snals ha chiesto che partano i PAS con percorsi velocizzati.Percorsi velocizzati non significa abbassamento della qualità, precisa il Segretario generale, “chiediamo una scuola efficiente, è la garanzia è data dai docenti che hanno già prestato servizio per più anni”. Lo Snals chiede che i primi risultati della procedura siano tangibili già a settembre 2020. Il Ministro – conclude Elvira Serafini – ci ha ascoltati, e si riserva di lavorare su questi punti, con una possibile risposta già tra due – tre giorni. A tal proposito ci sarà un nuovo incontro. Lo Snals si dichiara soddisfatto per la disponibilità e l’apertura dimostrata dal Ministro in questo primo confronto, che è stato importante per riallacciare un discorso importante per la scuola.

 

La video intervista è rivedibile sul sito di OrizzonteScuola

 

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

 

Diplomati magistrale con riserva in GaE

hanno diritto a ruolo e supplenze.

Nota Miur

Il Miur, con specifica nota,  risolve la problematica innescata dall’Ufficio Scolastico di Roma che aveva escluso i docenti presenti nelle GaE con la lettera T, senza giudizio di ottemperanza, dalla possibilità di poter partecipare alle convocazioni per le supplenze il Miur ha voluto specificare in apposita nota le disposizione che rendono possibili i contratti. Il Miur ribadisce che i docenti in possesso di diploma magistrale in attesa di sentenza definitiva ed ancora iscritti nelle GaE con riserva, qualora in base allo scorrimento delle graduatorie risultino destinatari di un contratto di supplenza annuale, potranno risultano destinatari di incarico a tempo determinato con apposizione di clausola risolutiva nel contratto.

In allegato la nota MIUR

 

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (Diplomati magistrale con riserva in GaE hanno diritto a ruolo e supplenze.docx)Diplomati magistrale con riserva in GaE hanno diritto a ruolo e supplenze.docx142 Kb19-09-2019
Scarica questo file (NotaMIUR_IncarichiDSGA.pdf)NotaMIUR_IncarichiDSGA.pdf295 Kb19-09-2019