Istanze online Contratto scuola Carta del docente

^=^=^=^=^=^=^=^=^

Terremoto centro Italia

 numero solidale45500

Grazie al protocollo d’intesa tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, è attivo il numero solidale a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto. I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma.

^=^=^=^=^=^=^=^=^

Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca

Direzione generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

Ufficio III

Aggiornamento del servizio delle Istanze OnLine

In allegato

^=^=^=^=^=^=^=^=^

Sommario:

-   Rinnovo Contratti Pubblico Impiego, la CONFSAL al Ministero della Funzione Pubblica – Comunicato Stampa

-   Perequazione automatica pensioni 2017 – Pubblicato in G.U. il Decreto

-   Confsalform: accreditamento Dir.170/2016.

    Carta del docente: pubblicato avviso MIUR, da oggi on line la piattaforma: al via la registrazione di esercenti ed Enti di formazione

-   Raccolta sistematica sulle disposizioni contrattuali in materia di RSU

-   Previdenza complementare pubblici: “La mia scelta previdente”

-   Il progetto di Cifa e Confsal: “Formare i tutor aziendali per fare più alternanza”

RINNOVO CONTRATTI PUBBLICO IMPIEGO, LA CONFSAL AL MINISTERO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

 

COMUNICATO STAMPA

Rinnovo contratti pubblico impiego, la Confsal al ministero della Funzione pubblica

NIGI: “LA CONFSAL VALUTERÀ NEI PROSSIMI GIORNI LA PROPOSTA GOVERNATIVA IN RELAZIONE ALLA PROPRIA PIATTAFORMA”

 

Roma, 28 novembre. Oggi la Confsal ha partecipato all'incontro convocato dal Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione per affrontare “le questioni connesse al lavoro pubblico”. Sono state affrontate le tematiche riguardanti il rinnovo del contratto di lavoro dei pubblici dipendenti; la riforma della Pubblica amministrazione, anche alla luce della recente dichiarazione di incostituzionalità da parte della Corte Costituzionale di cinque articoli della legge delega della suddetta riforma.

La delegazione della Confsal ha ribadito con forza i termini della vertenza sul rinnovo del contratto del pubblico impiego sostenendo: l'universalità in relazione al coinvolgimento dei lavoratori pubblici riguardo al rinnovo contrattuale sia sul piano normativo sia su quello economico; la copertura finanziaria certa in relazione a una congrua massa salariale occorrente finalizzata ad aprire un serio negoziato; il coinvolgimento delle Regioni e delle Autonomie locali per proseguire l'avviato confronto finalizzato alla eventuale sottoscrizione di una pre-intesa condivisa.

Il Governo si è riservato di formulare nei prossimi giorni una proposta alla Confsal e alle altre organizzazioni sindacali rappresentative in merito alla definizione delle risorse e al relativo aumento medio pro capite; alla modifica di alcune norme di legge riguardanti la materia negoziale e le relazioni sindacali, rivelatesi rigide e illogiche nonché di difficile applicazione. Infine, il Governo si è riservato di trovare una soluzione che possa superare la questione di incostituzionalità sollevata dalla Corte Costituzionale.

Al termine dell'incontro il segretario generale della Confsal, Marco Paolo Nigi, ha dichiarato: “La priorità è costituita dal rinnovo del contratto di tutti i lavoratori pubblici. Pertanto attendiamo nei prossimi giorni una proposta governativa in linea con la nostra articolata piattaforma rivendicativa sia sul piano economico sia sul piano normativo”. Nigi conclude: “Soltanto a queste condizioni la Confsal potrà sottoscrivere una 'pre-intesa' con il Governo”.

PEREQUAZIONE AUTOMATICA PENSIONI 2017

PUBBLICATO IN G.U. IL DECRETO

Nella G.U. n. 274, del 23/11/2016, è stato pubblicato il Decreto 17 novembre 2016 del Ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, nel quale viene disposto che:

-    la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l’anno 2015 è determinata in misura pari a +0,0 dal 1° gennaio 2016;

-    la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l’anno 2016 è determinata in misura pari a +0,0 dal 1° gennaio 2017, salvo conguaglio da effettuarsi in sede di perequazione per l’anno successivo.

CARTA DEL DOCENTE: PUBBLICATO AVVISO MIUR, DA OGGI ON LINE LA PIATTAFORMA: AL VIA LA REGISTRAZIONE DI ESERCENTI ED ENTI DI FORMAZIONE

Vi comunichiamo che, in data 28 novembre 2016, è stato pubblicato sul sito del MIUR, alla voce dettaglio news-MIUR, un Avviso relativo a “Carta del docente”, che trascriviamo di seguito integralmente. Con lo stesso, i cui contenuti sono coerenti a quanto aveva anticipato il Capo dipartimento nell’incontro di informativa alle OO.SS., tenutosi in data 21 novembre, si preannuncia che a partire dal 30 novembre sarà possibile per gli insegnanti di ruolo utilizzare on line, tramite un borsellino elettronico, i 500 euro per l’aggiornamento professionale. Per il supporto degli insegnanti sarà attivato un call center specifico sull’utilizzo della carta. Nel frattempo, da ieri, è partita la registrazione di esercenti ed Enti di formazione. Vi ricordiamo che i 500 euro potranno essere spesi generando buoni di spesa sull’apposita piattaforma.

Carta del Docente, da oggi on line la piattaforma: al via la registrazione di esercenti ed enti di formazione

È da oggi on line - per consentire la registrazione di enti accreditati ed esercenti - l’applicazione web cartadeldocente.istruzione.it che, a partire dal 30 novembre, consentirà agli insegnanti di ruolo di utilizzare on line, attraverso un borsellino elettronico, i 500 euro per l’aggiornamento professionale.

Quest’anno i 500 euro potranno essere spesi generando sull’apposita piattaforma buoni di spesa per:

  • l'acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale;
  • l’acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all'aggiornamento professionale;
  • l'acquisto di hardware e software;
  • l'iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell'Istruzione;
  • l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;
  • l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

Per accedere alla piattaforma serve ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid). L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare in qualunque momento, non c’è scadenza. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un'unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi).

A partire dal 30 novembre, giorno di apertura del sito ai docenti, sarà attivo un call center interamente dedicato all’utilizzo della Carta per supportare gli insegnanti. I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti o gli enti di formazione registrati con la semplice esibizione su smartphone o tablet. La stampa sarà ovviamente possibile, ma non necessaria.

I 500 euro della Carta del Docente potranno essere spesi in qualunque momento, durante tutto il corso dell’anno scolastico.

Il nuovo sistema che parte quest’anno consentirà agli insegnanti di avere uno strumento elettronico per effettuare e tenere sotto controllo i pagamenti. E alle scuole di essere alleggerite dalla burocrazia e dalle procedure di rendicontazione. Le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.

Per gli enti ed esercenti l’applicazione web prevede una serie di link di approfondimento, domande frequenti e un help desk a supporto della procedura di registrazione. Un esercente o un ente possono registrarsi da oggi in qualsiasi momento, non c’è scadenza limite. Sono già inseriti in piattaforma, fra gli altri, 228 musei 23 aree archeologiche, 8.406 scuole di ogni ordine e grado (per la parte che riguarda la formazione). In allegato

 

RACCOLTA SISTEMATICA SULLE DISPOSIZIONI CONTRATTUALI

IN MATERIA DI RSU

L’ARAN comunica che, dal 28/11/2016, è disponibile, nella sezione del proprio sito dedicata alla contrattazione, la raccolta sistematica in materia di costituzione delle rappresentanze sindacali unitarie per il personale dei comparti delle pubbliche amministrazioni e per la definizione del relativo regolamento elettorale.

Il link diretto, sul sito ARAN, è: http://www.aranagenzia.it/index.php/comunicati/7905-pubblicata-la-raccolta-sistematica-sulle-disposizioni-contrattuali-in-materia-di-rsuv

 

PREVIDENZA COMPLEMENTARE PUBBLICI:

“LA MIA SCELTA PREVIDENTE”

Al fine di accrescere la conoscenza sulle opportunità offerte dai fondi di previdenza complementare per i pubblici dipendenti, l’ARAN comunica che nel proprio sito è disponibile la guida informativa “La mia scelta previdente”, elaborata dai Fondi Espero e Perseo Sirio. L’obiettivo è di offrire ai dipendenti pubblici l'opportunità di valutare compiutamente il proprio percorso previdenziale e sollecitare l'attenzione sulla convenienza della previdenza complementare.

Questo il link sul sito ARAN: http://www.aranagenzia.it/index.php/comunicati/7907-previdenza-complementare-pubblici-la-mia-scelta-previdente

 

IL PROGETTO DI CIFA E CONFSAL: “FORMARE I TUTOR AZIENDALI

PER FARE PIÙ ALTERNANZA”

Da ITALIA OGGI del 29-11-2016

IL PROGETTO DI CIFA E CONFSAL

Formare i tutor aziendali per fare più alternanza

DI ROBERTO MILIACCA

Coinvolgere un sempre maggior numero di piccole e micro imprese, sul territorio, nei percorsi di alternanza scuola lavoro e di apprendistato di primo livello. Mettendo loro a disposizione dei voucher per incentivare la formazione, al proprio interno, di tutor aziendali che possano affiancare i ragazzi nelle ore di alternanza. È questo, in estrema sintesi, l’oggetto del protocollo d’intesa firmato venerdì a Verona, in occasione di Job&Orienta, dal sottosegretario al lavoro Luigi Bobba, e dal presidente del fondo interprofessionale Fonarcom, Andrea Cafà. Un protocollo che poche settimane fa era già stato firmato anche con il Miur. Una delle caratteristiche del progetto, che ha già acquisito la qualifica di best practice dal ministero dell’istruzione, è il coinvolgimento diretto, per la prima volta in Italia, nel sistema dell’alternanza scuola lavoro, di un fondo interprofessionale, Fonarcom (costituito dalla parte datoriale Cifa e da quella sindacale Confsal). «Del resto», ha dichiarato Cafà, «la sfida della modernità e della produttività si vince coinvolgendo le piccole e micro imprese che sono oltre il 93% del nostro tessuto produttivo». Fonarcom finanzierà i voucher di formazione inizialmente con uno stanziamento di 300 mila euro, salvo poi rifinanziare le somme, una volta esaurito. «Il sistema duale pone le basi per proporre nuove opportunità di apprendimento per i giovani e per ridare significato e valore sociale al lavoro», ha detto Bobba. «In Italia il sistema formativo perde troppi ragazzi. L’obbligo scolastico formativo è fino a 16 anni ma, se andiamo a vedere quelli che hanno più di 16 anni, troviamo un 17% che non ha conseguito un titolo. Questa dispersione è particolarmente pesante nell’area dell’istruzione tecnica e professionale che raggiunge la percentuale del 38%».

La firma del protocollo è stata apposta al termine della presentazione, alla platea di Job&Orienta, del progetto ScholarsJob, realizzato dall’ente di formazione di Confsal, Confsalform. A illustrarne i contenuti sono stati, assieme a Salvatore Piroscia, direttore generale di Confsalform e ideatore del progetto, un gruppo di ragazzi, di dirigenti scolastici e di tutor in rappresentanza dei 700 studenti che in questi primi tre anni di attuazione del progetto hanno già partecipato alle iniziative formative di ScholarsJob. Carmela Palumbo, direttore generale del Miur, ha plaudito alla validità del progetto, che punta a far ottenere allo studente la qualifica di social media operator certificandone le competenze al termine del percorso formativo svolto tra scuola e azienda. «Una bel progetto, con un sindacato, Confsal-Snals, che è stato il primo in Italia a scendere in campo direttamente nei percorsi di alternanza scuola lavoro», ha detto la Palumbo.

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (nota-3908-del-22-novembre-2016-aggiornamento-istanze-online.pdf)nota-3908-del-22-novembre-2016-aggiornamento-istanze-online.pdf158 Kb30-11-2016
Scarica questo file (CartaDelDocente.zip)CartaDelDocente.zip1595 Kb30-11-2016