OdF docenti ed ATA

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia


Ambito Territoriale di Bergamo

Sono approvate e pubblicate all’ALBO di quest’Ufficio, in data odierna, le Graduatorie Provinciali Permanenti Definitive del personale ATA, aggiornate ed integrate, ai sensi dell’art. 554 del D.L.vo 16/4/94, n. 297.

I documenti in allegato

^=^=^=^=^=^=^=^=^

 

Sommario:

-      Organico di fatto personale docente a.s. 2015/16

-      Graduatorie di istituto personale docente: emanati D.D. attuativo del D.M. 3/6/2015 n. 326 e nota Miur

-      Proseguono gli incontri sugli organici del personale ATA al MIUR

-      Intesa MOF 2/10/2014 - Informativa MIUR – Sottoscrizione della nuova Intesa sulle economie del MOF

-      Congedo parentale. Elevazione dei limiti temporali di fruibilità del congedo parentale da 8 a 12 anni ed elevazione dei limiti temporali di indennizzo a prescindere dalle condizioni di reddito da 3 a 6 anni – Messaggio INPS

-      Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) - Nota MIUR

*     ORGANICO DI FATTO PERSONALE DOCENTE A.S. 2015/16

E’ stata inviata solo in data odierna dal MIUR con la giustificazione “a causa di uno spiacevole disguido”, la circolare relativa all’adeguamento degli organici di diritto del personale docente alle situazioni di fatto per l’anno scolastico 2015/2016.

Come già anticipato nel notiziario 112, la circolare ricalca sostanzialmente i contenuti di quella dell’anno scorso, mentre nella stesura è stata adottata una forma più sintetica che ha evitato di richiamare norme già previste in sede di definizione di organico di diritto.

Alla circolare non è stato allegato alcun tabulato di riparto dei posti a livello regionale che, invece, ci risulterebbero comunicati ai direttori regionali. Al riguardo temiamo che l’Amministrazione abbia insistito nel voler adottare criteri diversi rispetto al passato e non condivisi dal sindacato in sede di informativa.

*    GRADUATORIE DI ISTITUTO PERSONALE DOCENTE: EMANATI D.D. ATTUATIVO DEL D.M. 3/6/2015 N. 326 E NOTA MIUR ( vedi notiziario di ieri 07 07)

Vi comunichiamo che il Ministero ha emanato, in data 6 luglio 2015, la nota 19540, avente per oggetto: “D.D.G. 6 luglio 2015, n. 680. Integrazione graduatorie di istituto del personale docente in attuazione del D.M. 3 giugno 2015 n. 326”.

La nota, di trasmissione del D.D., sintetizza i contenuti dello stesso e, per quanto attiene le domande, detta modalità e termini delle domande di inserimento; in particolare:

      -   Inserimento negli elenchi aggiuntivi alle graduatorie di istituto di II fascia

Il modello A3 dovrà essere trasmesso, a partire dalla pubblicazione del decreto ed entro il termine del 3 agosto 2015, tramite raccomandata A/R, PEC o consegna a mano con rilascio di ricevuta, indirizzandola, alla scuola cui è stata inviata la domanda di inserimento presentata all’inizio del triennio di validità delle graduatorie, per coloro che sono già inseriti in graduatoria; nel caso l’interessato non sia già inserito in alcuna graduatoria, il modello va indirizzato ad una scuola della provincia scelta dall’interessato. Nella compilazione del modello va attentamente indicata la finestra temporale di inserimento (titolo conseguito entro il 1° febbraio 2015 oppure, dopo tale data ed entro il 1° agosto 2015).

-              Inserimento negli elenchi aggiuntivi del sostegno

L'istanza dovrà essere presentata, soltanto in modalità telematica, con compilazione del modello A5, disponibile sul portale POLIS del sito internet del Miur, nel periodo compreso tra il 13 luglio 2015 ed il 3 agosto 2015 (entro le ore 14.00).

La nota elenca, altresì, i docenti che non devono compilare il modello A5:

-        docenti di I fascia che abbiano presentato domanda di inserimento negli elenchi aggiuntivi di sostegno delle GaE, ai sensi dell'art. 2 del D.M. 325/2015, in quanto saranno inseriti in graduatoria per automatica trasposizione;

-        docenti di II fascia che dichiarano anche il titolo di abilitazione. Tali docenti, nel compilare il modello A3, dichiareranno il titolo nell'apposita sezione predisposta.

-              Priorità nell'attribuzione delle supplenze di III fascia

I docenti che conseguono il titolo di abilitazione, nelle more della predisposizione delle procedure per l'apertura delle finestre semestrali, possono produrre domanda, compilando l’apposito Mod. A4, disponibile sul portale POLIS del sito internet del Miur, a partire dal 18 agosto 2015 e per tutto il triennio di validità delle graduatorie. La domanda dovrà essere inviata alla scuola capofila scelta all'atto di inclusione in III fascia.

-              Scelta delle sedi

La scelta delle sedi è effettuata con modalità web, disponibili sul portale POLIS del Miur, nel periodo compreso tra il 4 agosto 2015 ed il 19 agosto 2015 (entro le ore 14.00).

Contestualmente, soltanto coloro che chiedono l’inserimento nelle graduatorie di istituto dei Licei musicali, per i nuovi insegnamenti non compresi in specifiche classi di concorso, dovranno compilare anche il modello B1, in base a istruzioni che saranno successivamente diramate.

I docenti già inseriti nelle graduatorie di istituto possono sostituire, nella stessa provincia di iscrizione, una o più istituzioni scolastiche già richieste all'atto della domanda di inserimento effettuata ad inizio triennio, soltanto per l'iscrizione negli elenchi aggiuntivi previsti dal decreto direttoriale per nuovi insegnamenti.

Nelle graduatorie in cui si è inseriti da inizio triennio non è possibile cambiare le sedi già espresse ad inizio triennio per gli insegnamenti in cui si figura.

Il Ministero si riserva di emanare successive note tecniche da fornire alle scuole per la trasmissione e presa in carico al SIDI delle domande.

Nel rinviarvi ad una attenta lettura della nota e del D.D., vi evidenziamo, inoltre, alcuni aspetti del decreto:

All’art. 1Priorità assoluta nell’attribuzione delle supplenze di III fascia – è stato previsto che, nelle more della costituzione triennale delle graduatorie di istituto e dell’apertura dei termini per la costituzione semestrale degli elenchi aggiuntivi di cui al D.M. 3/6/2015 n. 326, (2 agosto 2015 – 1 febbraio 2016), coloro che sono inseriti nelle graduatorie di III fascia, che conseguono l’abilitazione possono presentare domanda di precedenza assoluta, nell’attribuzione delle supplenze di III fascia per le corrispondenti classi di concorso.

Le domande di precedenza, da trasmettersi alla stessa istituzione scolastica destinataria della domanda di inclusione nelle graduatorie di istituto per il triennio 2014/2017, compilando, in modalità web, il Mod. A4, utilizzando l’apposita sezione relativa a “istanze on line”, sul sito del MIUR.

Le funzioni telematiche saranno aperte dal 18 agosto e saranno disponibili per il triennio di validità delle graduatorie. Non vengono rivalutati i punteggi dichiarati per la costituzione delle graduatorie.

All’art. 2Inserimento in II fascia aggiuntiva – si prevede che, coloro che abbiano acquisito abilitazione per la scuola dell’infanzia e primaria e per la scuola secondaria di I e II grado, entro il 1° febbraio 2015 e coloro che la conseguiranno entro il 1° agosto 2015, possono richiedere l’inserimento nella II fascia delle stesse graduatorie di istituto, ottenendo l’inserimento rispettivamente, in due fasce aggiuntive alla graduatoria iniziale del triennio, secondo l’ordine della finestra semestrale di riferimento. Tali aspiranti sono inseriti secondo i punteggi previsti nella Tab. A di cui al D.M. 15/5/2014 n. 308.

I docenti di strumento musicale sono graduati in base ai punteggi nell’All. 3 al D.M. n. 353/2014.

I titoli devono essere posseduti entro la data della relativa finestra di inserimento: 1° febbraio e 1° agosto. Le domande di iscrizione, compilate con l’utilizzo del Mod. A3, vanno prodotte entro il termine del 3 agosto, indirizzate alla istituzione scolastica della provincia prescelta, in base alle modalità dell’art. 7, comma 1, lett. a) del D.M. 353/2014. La domanda deve essere spedita o tramite raccomandata A/R, oppure può essere consegnata a mano all’istituzione scolastica che ne rilascerà ricevuta; altrimenti, può essere trasmessa in formato digitale, tramite PEC, all’indirizzo di posta elettronica della istituzione scolastica prescelta.

Per quanto riguarda la scelta delle istituzioni scolastiche, invece, la stessa è effettuata con procedura telematica (secondo le modalità previste all’art. 7, comma 1, lett. b) del D.M. 353/2014), nel periodo compreso tra il 4 agosto 2015 e il 19 agosto 2015, entro le ore 14.00.

Coloro che sono già inseriti nelle graduatorie di istituto di I, II e III fascia ed abbiano titolo all’iscrizione nell’elenco aggiuntivo di II fascia di istituto, ai sensi del D.M. 326/2015, per insegnamenti di ordini di scuola diversi da quelli in cui sono inseriti in graduatoria, possono sostituire una o più istituzioni scolastiche, già richieste all’atto della domanda di iscrizione.

Vi precisiamo che rimane, comunque, fermo il limite delle 20 sedi (o 10 per infanzia e primaria), in quanto il Decreto Direttoriale fa espresso riferimento al D.M. 353/2014 e al Regolamento delle supplenze; precise istruzioni, in tal senso, sono contenute nei modelli allegati al D.D..

All’art. 3Titolo di specializzazione sul sostegno – si prevede, per coloro che abbiano conseguito il titolo di specializzazione per il sostegno, la possibilità di inserirlo nelle graduatorie di istituto in cui sono inclusi, per l’attribuzione di supplenze relative al sostegno. A tal fine gli interessati compileranno il Mod. A5, attraverso il sito internet del MIUR, nella sezione relativa a “istanze on line”.

La funzionalità POLIS sarà disponibile nel periodo compreso tra il 13 luglio e il 3 agosto 2015, entro le ore 14.00. Coloro che si inseriscono anche in II fascia aggiuntiva dichiareranno il titolo di sostegno nel Mod A3 insieme a quello di abilitazione, con le modalità e i termini previsti all’art. 2, comma 5. Gli aspiranti saranno collocati in coda agli elenchi di sostegno della fascia o dell’elenco aggiuntivo di appartenenza.

In attesa del decreto annuale di inserimento negli elenchi aggiuntivi del sostegno delle graduatorie ad esaurimento, i docenti inclusi in I fascia delle graduatorie di istituto, che comunichino il conseguimento della specializzazione sul sostegno sono inseriti, in base alla rispettiva finestra di inserimento, in subordine agli elenchi aggiuntivi effettuati ai sensi del D.M. 3/6/2015 n. 325.

L’inserimento del titolo di specializzazione sul sostegno non determina la valutazione del punteggio previsto dal punto C1 della Tab. A di valutazione dei titoli di II fascia, né negli elenchi di sostegno né nelle graduatorie di posto comune; tale punteggio sarà valutato con la costituzione triennale delle graduatorie.

All’art. 4Disposizioni finali – oltre a precisare che, per quanto previsto dal Decreto Direttoriale, valgono le norme citate nella premessa dello stesso, con particolare riferimento al D.M. 353/2014, si preannuncia l’emanazione di successivi decreti direttoriali, con i quali saranno disposti i termini di inserimento nelle fasce aggiuntive per i docenti che conseguano l’abilitazione entro il 1° febbraio e il 1° agosto di ciascun anno; si puntualizza, altresì, che con la costituzione triennale delle graduatorie di istituto, i soggetti previsti dal D.M. presenteranno domanda di inserimento nelle graduatorie di II fascia e, conseguentemente, cesseranno gli effetti degli elenchi aggiuntivi.

*     PROSEGUONO GLI INCONTRI SUGLI ORGANICI DEL PERSONALE ATA AL MIUR

In prosecuzione della riunione del 25/6 u.s. avvenuta con il Sottosegretario Faraone, stamane si è svolto l’incontro per trovare una soluzione al taglio di 2020 unità di personale ATA (1165 posti di assistente amministrativo e 855 posti di collaboratore scolastico) previsto dalla legge di stabilità 2015.

A seguito del sopraggiunto impegno del Sottosegretario di seguire i lavori alla Camera sul disegno di legge sulla “Buona Scuola”, le OO.SS. sono state ricevute dal vice Capo di gabinetto, dott. Pinneri, che ha ribadito l’impegno a cercare di trovare una soluzione al problema mediante l’individuazione delle risorse necessarie per evitare la clausola di salvaguardia prevista qualora i tagli di organico non vengano effettuati.

La Delegazione dello SNALS-Confsal, ancora una volta, pur apprezzando quanto manifestato dal vice Capo di Gabinetto, ha:

-      riaffermato l’insostenibilità delle previste riduzioni di organico del personale ATA già insufficiente a garantire il regolare funzionamento della scuola, stante la consistente autorizzazione di posti in deroga operata annualmente in sede di adeguamento della situazione di diritto e quella di fatto;

-      sostenuto che la mancata conclusione del previsto iter procedurale per la revisione delle tabelle di determinazione dell’organico non consente di effettuare la prevista riduzione.

Dopo aver ascoltato le OO.SS., il vice Gabinetto, prima della conclusione della seduta ha preannunciato un prossimo incontro con il Sottosegretario per la prossima settimana e nel contempo si è impegnato a comunicare al Direttore Generale di soprassedere all’emanazione ed all’invio di istruzioni a riguardo agli UU.SS.RR..

*        INTESA MOF 2/10/2014 - INFORMATIVA MIUR – SOTTOSCRIZIONE DELLA NUOVA INTESA SULLE ECONOMIE DEL MOF

Vi comunichiamo che, nel pomeriggio di ieri 06/07/2015, si è tenuto al MIUR un incontro con il seguente o.d.g.: “Comparto Scuola: informativa a seguito dei rilievi dell’UCB relativa all’intesa del 2/10/14 (MOF) – attività complementari di educazione fisica”.

L’Amministrazione era rappresentata dal dott. Jacopo Greco, Direttore Generale per le risorse umane ed economiche e il bilancio del MIUR. Il dott. Greco ha, nuovamente, fatto presente alle OO.SS. che l’Intesa del 2/10/2014, con la quale è stato riconosciuto l’incremento del FIS sia alle scuole gravate dalle indennità di bilinguismo/trilinguismo o dal compenso per l’indennità di direzione al personale che sostituisce il DSGA, sia alle istituzioni scolastiche, nell’ambito della contrattazione di istituto, per retribuire incarichi al personale ATA titolare di posizioni economiche che, in applicazione dell’art. 9, comma 21, del D.L. 78/2010, non percepisca il correlato beneficio economico (euro 904,81 – lordo stato – in misura fissa), ha subito rilievi di tipo formale da parte dell’Ufficio Centrale del Bilancio soltanto relativamente all'utilizzo della quota parte di euro 7.818.486,94 lordo stato.

Il Direttore Generale Greco ha proposto alle OO.SS. di ovviare ai rilievi attraverso l'emanazione di un atto datoriale unilaterale da parte dell’Amministrazione.

La delegazione SNALS-CONFSAL e quelle delle altre OO.SS. hanno affermato, con forza, la non condivisione della proposta effettuata dalla delegazione di Parte pubblica ed hanno chiesto ed ottenuto di sottoscrivere una nuova Intesa, sottolineando la necessità di utilizzare uno strumento di natura pattizia, come previsto dal Contratto Nazionale di Lavoro.

La nuova Intesa del 6 luglio ricalca i contenuti, le modalità e le somme previste dall’Intesa del 2/10/2014, perfezionando la stessa ed apportando le necessarie correzioni, di carattere sostanzialmente formale, per ovviare ai rilievi formulati dall’Ufficio Centrale del Bilancio, relativamente soltanto all'utilizzo della quota parte di euro 7.818.486,94 lordo stato (in quanto la restante parte dell'Intesa, non avendo ricevuto alcun rilievo, è già andata a buon fine).

L'importo di euro 7.818.486,94 lordo stato viene assegnato, con la nuova Intesa, alle istituzioni scolastiche, ad incremento del MOF (di cui all'Intesa del 7/8/2014), in misura fissa, assegnando a tutte le scuole un incremento pari ad euro 904,81 lordo stato da utilizzare prioritariamente nell'ambito della contrattazione di sede, per retribuire prestazioni aggiuntive del personale ATA titolare di posizioni economiche senza benefici economici.

Sia la delegazione SNALS-Confsal che quelle degli altri sindacati hanno chiesto all'Amministrazione di procedere con la massima urgenza, dati i gravi ritardi accumulatisi per le lentezze dell'UCB, al fine di consentire l'erogazione delle somme, a seguito delle contrattazioni di istituto già definite.

*     CONGEDO PARENTALE. ELEVAZIONE DEI LIMITI TEMPORALI DI FRUIBILITÀ DEL CONGEDO PARENTALE DA 8 A 12 ANNI ED ELEVAZIONE DEI LIMITI TEMPORALI DI INDENNIZZO A PRESCINDERE DALLE CONDIZIONI DI REDDITO DA 3 A 6 ANNI – MESSAGGIO INPS

Come è noto, con D.lgs. n. 80 del 15/6/2015, attuativo dell’art. 1, commi 8 e 9 della legge delega n. 183 del 2014, è stato modificato l’art. 32 del T.U. “Maternità/Paternità” di cui al D.lgs. n. 151 del 2001 in materia di congedo parentale.

Il decreto in questione è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 giugno 2015 serie generale n.144, supplemento ordinario n 34, ed è entrato in vigore il giorno successivo ossia il 25 giugno 2015.

A riguardo, l'INPS, con il Messaggio n. 4576 del 6-7-2015, ha precisato che:

ñla riforma dell’art. 32 del suddetto T.U., consente ai genitori lavoratori o lavoratrici dipendenti di fruire dei periodi di congedo parentale residui fino a 12 anni di vita del figlio oppure fino ai 12 anni dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato. Tale estensione è possibile per i periodi di congedo fruiti dal 25 giugno 2015 al 31 dicembre 2015;

ñla riforma prevede, inoltre, che i periodi congedo parentale fruiti da 3 a 6 anni di vita del figlio oppure da 3 a 6 anni dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato sono indennizzati, entro il limite massimo complessivo tra i due genitori di 6 mesi, nella misura del 30% della retribuzione media giornaliera, a prescindere dalle condizioni di reddito del genitore richiedente. Anche tale estensione è limitata ai periodi di congedo fruiti dal 25 giugno 2015 al 31 dicembre 2015;

ñi periodi di congedo parentale fruiti tra gli 8 anni ed i 12 anni di vita del bambino, oppure tra gli 8 anni ed i 12 anni dall’ingresso in famiglia del minore adottato o affidato, non sono in ogni caso indennizzabili.

*     PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) - NOTA MIUR

Vi comunichiamo che il MIUR ha emanato, in data 6/07/2015, la nota Prot. 4321 avente per oggetto: “Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.)”.

Tale nota è stata emanata a seguito di quesiti pervenuti alla Direzione Generale dello studente, da parte di numerose istituzioni scolastiche, in merito al rapporto con le famiglie in corso di definizione dei Piani dell’offerta formativa (POF), nonché della possibilità di introdurre, nel corso dell'anno scolastico, progetti di istruzione, formazione e orientamento che coinvolgano gli alunni.

La circolare ribadisce la prassi che le istituzioni scolastiche devono seguire fin dall'inizio dell'anno scolastico per evidenziare la centralità e il ruolo strategico del POF, documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche, elaborato dal collegio dei docenti e approvato dal Consiglio di Istituto, che deve altresì tener conto di proposte e pareri dei genitori, attraverso loro organismi e associazioni e degli studenti, relativamente alle scuole secondarie di II grado.

La nota, tra l'altro, ricorda alle scuole di effettuare le iniziative utili per una conoscenza effettiva e dettagliata del POF da parte delle famiglie. Sottolinea, inoltre, la natura facoltativa della partecipazione a tutte le attività extracurricolari, anch’esse inserite nel P.O.F., e la necessità di richiedere il consenso dei genitori per gli studenti minorenni o degli studenti stessi se maggiorenni; evidenzia la possibilità di astenersi dalla frequenza, in caso di non accettazione.