trasferimenti secondaria II grado 24 mesi graduatorie

Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

Ambito Territoriale di Bergamo

 

  • Classi di concorso in esubero scuola secondaria di II grado – a.s. 2015/2016
  • Decreto pubblicazione movimenti Scuola secondaria di II grado – a.s. 2015/16

 

  • Concorso per soli titoli per l’inclusione o l’aggiornamento del punteggio delle graduatorie permanenti del personale ATA di cui all’art. 554 D.Lvo 297 del 16/04/1994 e O.M. n. 21 del 23/02/2009 per i profili professionali di Assistente Tecnico, Cuoco, Assistente Amministrativo, Infermiere, Collaboratore Scolastico, Addetto Aziende Agrarie e Guardarobiere – Pubblicazione graduatoria permanente provvisoria - a.s. 2014-15

I documenti in allegato

^=^=^=^=^=^=^=^=^

*     TAGLI AGLI ORGANICI DEL PERSONALE ATA: LE OO.SS. CHIEDONO UN INCONTRO AL MINISTRO GIANNINI

Sempre a seguito dell’informativa avvenuta nell’incontro al MIUR dell’11 giugno scorso, le OO.SS. del Comparto Scuola, dopo aver chiesto unitariamente l'attivazione di un tavolo di concertazione sugli organici ATA – che abbiamo riportato nel N.S. n.100 di venerdì scorso -, hanno inviato al Ministro la richiesta di incontro urgente che trascriviamo:

Roma, 12 Giugno 2015

Al Ministro Stefania Giannini

M.I.U.R

Viale Trastevere, 76/a

00156 Roma

Oggetto: Richiesta incontro urgente

Le scriventi Organizzazioni sindacali chiedono un incontro urgente in relazione agli annunciati tagli agli organici del personale ATA, convinte che sia più che mai indispensabile non compromettere con un ulteriore impoverimento di risorse la possibilità di far fronte alle effettive esigenze della scuola dell’autonomia, possibilità che va invece adeguatamente sostenuta a partire dalle necessarie modifiche a quanto previsto dalla Legge di Stabilità, come da tempo viene rivendicato.

Nel dare conto che a seguito dell’incontro di informativa avvenuto il giorno 11 giugno, avente ad oggetto l’organico del personale ATA per l’anno scolastico 2015/2016, le scriventi Organizzazioni sindacali hanno inviato alla Direzione del Personale della Scuola in data odierna la richiesta di attivazione del tavolo di concertazione ai sensi dell’art.5 del vigente CCNL di comparto, si ribadisce il netto dissenso già espresso in tale seduta verso ulteriori riduzioni a una dotazione organica di diritto già dimostratasi insufficiente a garantire il regolare funzionamento delle istituzioni scolastiche.

E’ evidente, oltre all’incongruità, anche l’impossibilità per la scuola di sopportare il taglio di 2020 posti tra assistenti amministrativi e collaboratori scolastici, quando nell’anno scolastico in corso già si è reso necessario, per garantire il normale funzionamento del servizio scolastico, un incremento di quasi 5000 posti in organico di fatto.

Confidando in un sollecito riscontro, data l’urgenza delle questioni che vengono poste, si porgono distinti saluti

FLC CGIL

CISL Scuola

UIL Scuola

SNALS Confsal

GILDA Unams

Domenico   Pantaleo

Francesco   Scrima

Massimo   Di Menna

Marco   Paolo Nigi

Rino Di   Meglio

^=^=^=^=^=^=^=^=^

Trascriviamo il comunicato del Coordinamento Nazionale per le politiche dell’infanzia e della sua scuola

La giusta attenzione alla scuola dell'infanzia

La scuola dell'infanzia, secondo il dettato costituzionale, costituisce il primo fondamentale segmento del percorso educativo di crescita e sviluppo della persona, saldamente ancorato all'intero sistema nazionale dell'istruzione.

Appare urgente e prioritario restituire alla discussione parlamentare il confronto sulla funzione sociale culturale e pedagogica della scuola dell’infanzia nell’ambito del Ddl ora in discussione al Senato.

Si tratta di materia - afferma il Coordinamento - che respinge l'esercizio di deleghe in bianco, esposte ad interessi e pressioni estranee alla storica funzione sociale e pedagogica.

Nella sua condizione di interfaccia con il sistema dei servizi per l'infanzia e, ancor più, con l'intero percorso di formazione nel primo e nel secondo ciclo di studi, la scuola dell'infanzia assume un ruolo strategico nel quadro di un reale rilancio degli impegni da assumere nel Paese per la scuola.

Il bagaglio di storia, esperienza, rilevanza del segmento nel panorama pedagogico internazionale richiede una riflessione aperta, serena e libera, da condurre in sedi legislative appropriate, senza condizionamenti.

Il Coordinamento, come più volte ribadito, chiede di aprire una discussione parlamentare che affronti complessivamente gli aspetti professionali e pedagogico-didattici avendo a riferimento la generalizzazione dell'offerta formativa destinata ai bambini dai tre ai sei anni, la piena attuazione dell'autonomia didattica organizzativa, che pone al centro bambini quali soggetti portatori di diritti, ricchi di potenzialità, espressione di specifiche istanze educative, a cui la prima esperienza scolastica deve fornire basilari strumenti e condizioni di esercizio.

  

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

^=^=^=^=^=^=^=^=^

*     CPIA: PUBBLICATE LE LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale S.G. n. 130 - Suppl. Ord. n. 266 dell’8 giugno 2015, il Decreto Interministeriale MIUR – MEF del 12 marzo 2015, prot. n.189 (del 24/03/2015 e registrato alla Corte dei Conti il 5/5/2015), recante le linee guida per il passaggio al nuovo ordinamento a sostegno dell'autonomia organizzativa e didattica dei Centri provinciali per l'istruzione degli adulti.

Al decreto è allegato il documento tecnico “LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (Art.11, comma 10, D.P.R 263/2012)” e il relativo comunicato.