nuovi posti di sostegno

Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia
  Ufficio
X
– Bergamo

Utilizzo di 17 posti per l’anno scolastico 2014/15 ai CTI

rappresentanti le reti di scuole

 

in ALLEGATO

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

In occasione dell’aggiornamento delle graduatorie di Istituto del Personale ATA, nuove aperture:

a Treviglio dalle ore 15 alle ore 18,00:

mercoledì 17 / 24 settembre e 1 / 8 ottobre

lunedì 22/ 29 settembre

a SAN PELLEGRINO dalle ore 15 alle ore 18,00:

lunedì 22/ 29 settembre

lunedì 06 ottobre

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

PERSONALE ATA

AGGIORNAMENTO GRADUATORIE DI ISTITUTO PER 2014/2016

LE DOMANDE ENTRO L’8 OTTOBRE 2014

CONSULENZA SU APPUNTAMENTO

TELEFONARE ALLO 035 245986

In PERSONALE DELLA SCUOLA

la nota miur e i decreti allegati

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Sommario

-    Area V-iniziativa congiunta Snals Confsal, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola.

-    Anno scolastico 2014/2015 applicazione contratti del personale della scuola pervenuti il 5 settembre 2014. Messaggio MEF – Servizio NoiPA

-    Anno scolastico 2013/2014 applicazione contratti del personale della scuola pervenuti il 5 settembre 2014. Messaggio MEF – Servizio NoiPA

-    Cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo. Dichiarazione reddituale. Messaggio INPS

-    Personale ATA – Graduatorie di circolo e di istituto di 3° fascia triennio 2014/2017 – Avviso del MIUR

*    AREA V-INIZIATIVA CONGIUNTA SNALS CONFSAL FLC CGIL CISL SCUOLA UIL SCUOLA

In mancanza di risposta da parte del Miur alle sollecitazioni fatte, anche formalmente, dalle OOSS di convocazione di un tavolo di informazione sulle questioni che creano nella categoria un grave stato di disagio, in data odierna Snals Confsal, Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola hanno inviato una nuova richiesta che sollecita l'apertura di un tavolo di confronto che dia risposte certe alle aspettative della categoria. "

Riportiamo di seguito il testo della nota congiunta suddetta.

Roma, 24 settembre 2014

Dott. Alessandro Fusacchia

Capo Gabinetto MIUR

Dott.ssa Sabrina Bono

Capo Dipartimento per la programmazione

Dott. Luciano Chiappetta

Capo Dipartimento per il Sistema educativo

di istruzione e formazione

Dott.ssa Maddalena Novelli

Direttore Generale Personale della Scuola

Dott. Jacopo Greco

Al Direttore Generale per le Risorse umane

e finanziarie

Dott. Giacomo Molitierno

Dirigente responsabile dell’Area V

LL. SS.

Oggetto: Area V della dirigenza. Richiesta incontro urgente su assunzioni e situazione contrattuale dei dirigenti scolastici

Le scriventi Organizzazioni Sindacali FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA e SNALS CONFSAL, rappresentative della maggioranza dei dirigenti scolastici, segnalano il forte disagio della categoria colpita dal blocco del rinnovo del contratto, come tutti gli altri lavoratori pubblici, dalla riduzione del numero dei dirigenti che governano scuole autonome diventate più grandi e più complesse, dall’aumento dei carichi di lavoro e delle responsabilità, da una iniqua diminuzione della retribuzione media, dalla mancata applicazione dei contratti integrativi regionali regolarmente sottoscritti nel 2012/13,

RITENGONO

indispensabile che si dia seguito alle numerose richieste di incontro già presentate al MIUR nei mesi scorsi.

Chiedono pertanto un incontro urgente sui seguenti argomenti:

1) Assunzioni dei dirigenti scolastici 2014/15 al fine di assicurare il completo utilizzo dei 620 posti autorizzati dal MEF e ripartiti nelle diverse regioni dal MIUR. Situazione complessiva dei posti vacanti e delle reggenze assegnate nelle diverse regioni sia sulle scuole “dimensionate” che “sottodimensionate”. Stato delle assunzioni in Campania nella quale i ritardi nella pubblicazione della graduatoria definitiva del concorso stanno determinando gravi difficoltà in oltre 100 scuole.

2) Situazione retributiva dei dirigenti scolastici: applicazione dei contratti integrativi regionali sottoscritti nel 2012/13, fondi nazionali per la retribuzione di posizione e di risultato 2013/14 e 2014/15. A tal fine si rinnova la richiesta già presentata il 6 giugno 2014 di acquisire formalmente i dati relativi al pagamento delle retribuzioni di posizione, di risultato e delle reggenze negli anni 2012/13 e 2013/14.

Con l’occasione si richiama l’urgenza di dare seguito a quanto previsto dalla legge per il nuovo concorso per dirigenti scolastici, indispensabile per assicurare a tutte le scuole autonome una dirigenza stabile e selezionata attraverso un concorso pubblico, che deve essere bandito entro dicembre 2014. Per la definizione del bando, che dovrà prevedere anche la quota riservata alle categorie previste dal Decreto Legge 58/2014, dovrà essere effettuata l’informazione preventiva prevista dal vigente CCNL dell’Area V.

In attesa di cortese sollecito riscontro, si inviano distinti saluti.

M.   Guglietti

G. Carlini

R. Cirillo

P. Ragone

CISL   SCUOLA

FLC CGIL

UIL SCUOLA

SNALS CONFSAL

*    ANNO SCOLASTICO 2014/2015 APPLICAZIONE CONTRATTI DEL PERSONALE DELLA SCUOLA PERVENUTI IL 5 SETTEMBRE 2014. MESSAGGIO MEF – SERVIZIO NOIPA

Il MEF - Servizio NoiPA – con il messaggio n. 122/2014 del 22/9 u.s. ha informato che il Ministero dell'Istruzione, in data 5 settembre u.s., ha trasmesso allo stesso 15237 contratti a tempo indeterminato, 6475 primi contratti, 284 contratti successivi (di cui 92 proroghe) relativi al personale della scuola per l'anno scolastico 2014-2015.

Pertanto, si è provveduto alla registrazione dei contratti nella banca dati NoiPA per garantire l'emissione delle competenze mensili a decorrere dalla mensilità di settembre 2014.

Inoltre, nello stesso messaggio viene precisato che:

ü  nella cartella Stipendi dell’area tematica SPT-Comunicazioni, è stato depositato il file dove sono presenti in 2 distinti elenchi tutti i contratti pervenuti ed elaborati:

  • primi contratti regolarmente applicati;
  • contratti successivi regolarmente applicati;

ü  è stata eseguita l'emissione speciale delle competenze delle rate maturate; i relativi pagamenti sono stati effettuati in data 23 settembre 2014 per riscossione diretta presso le sezioni di Tesoreria Provinciale, con vaglia cambiario, per i pagamenti su conto corrente bancario o postale, su libretto postale;

ü  i contratti della scuola sono consultabili in Gestione stipendio (ex SptWeb) tramite la funzione “Contratti Scuola – Flussi MIUR” nel percorso \ Consultazioni di servizio \ Competenze Fisse.

*    ANNO SCOLASTICO 2013/2014 APPLICAZIONE CONTRATTI DEL PERSONALE DELLA SCUOLA PERVENUTI IL 5 SETTEMBRE 2014. MESSAGGIO MEF – SERVIZIO NOIPA

Il MEF - Servizio NoiPA – con il messaggio n. 121/2014 del 22/9 u.s. ha informato che il Ministero dell'Istruzione, in data 5 settembre u.s., ha trasmesso allo stesso 14 primi contratti, 4586 contratti successivi (di cui 3861 proroghe), 141 cessazioni contratti e 4204 prestati servizio relativi al personale della scuola per l'anno scolastico 2013-2014.

Pertanto, si è ha provveduto alla registrazione dei contratti nella banca dati NoiPA per garantire l'emissione delle competenze mensili in via ordinaria a decorrere dalla mensilità di settembre 2014.

Inoltre, nello stesso messaggio viene precisato che:

ü  nella cartella Stipendi dell’area tematica SPT-Comunicazioni, è stato depositato il file dove sono presenti in 4 distinti elenchi tutti i contratti pervenuti ed elaborati:

•    primi contratti regolarmente applicati;

•    contratti successivi regolarmente applicati;

•    cessazioni contratti regolarmente applicate;

•    le dichiarazioni di prestato servizio regolarmente applicate.

ü  è stata eseguita l'emissione speciale delle competenze delle rate maturate; i relativi pagamenti sono stati effettuati in data 23 settembre 2014 per riscossione diretta presso le sezioni di Tesoreria Provinciale, con vaglia cambiario, per i pagamenti su conto corrente bancario o postale, su libretto postale;

ü  i contratti della scuola sono consultabili in Gestione stipendio (ex SptWeb) tramite la funzione “Contratti Scuola – Flussi MIUR” nel percorso \ Consultazioni di servizio\Competenze Fisse.

*    CUMULO DELLA PENSIONE CON I REDDITI DA LAVORO AUTONOMO. DICHIARAZIONE REDDITUALE. MESSAGGIO INPS

Come è noto, l'articolo 10 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 503, nell'introdurre il divieto di cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo, dispone, al comma 4, che, ai fini dell'applicazione del divieto, i titolari di pensione sono tenuti a produrre all'ente erogatore della pensione la dichiarazione dei redditi da lavoro autonomo riferiti all'anno precedente, entro lo stesso termine previsto per la dichiarazione ai fini dell'IRPEF per il medesimo anno.

In applicazione dell'anzidetta disposizione i titolari di pensione con decorrenza compresa entro l'anno 2013, soggetti al divieto di cumulo parziale della pensione con i redditi da lavoro autonomo, per detto anno sono tenuti a dichiarare entro il 30 settembre 2014, data di scadenza della dichiarazione dei redditi dell'anno 2013, i redditi da lavoro autonomo conseguiti nell'anno 2013.

A riguardo, l’INPS con il messaggio n. 7113 del 19/9 u.s. ha fornito chiarimenti in ordine all'individuazione dei pensionati tenuti alla comunicazione dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nell'anno 2013.

PENSIONATI ESCLUSI DALL'OBBLIGO DI DICHIARARE I REDDITI DA LAVORO AUTONOMO

CONSEGUITI NELL'ANNO 2013.Sono esclusi dall'obbligo di dichiarazione, in quanto non soggetti al divieto di cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo:

-    i titolari di pensione e assegno di invalidità avente decorrenza compresa entro il 31 dicembre 1994;

-    i titolari di pensione di vecchiaia a carico dell’assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti e delle forme di previdenza esonerative, esclusive, sostitutive della medesima e delle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi in quanto interamente cumulabili con i redditi da lavoro autonomo, indipendentemente dall’anzianità contributiva utilizzata per il riconoscimento e la liquidazione della prestazione;

-    i titolari di pensione di vecchiaia liquidata nel sistema contributivo, in quanto dal 1 gennaio 2009 tale pensione è totalmente cumulabile con i redditi da lavoro;

-    i titolari di pensione di anzianità e di trattamento di prepensionamento a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive ed esclusive della medesima, in quanto dal 1° gennaio 2009 tali prestazioni sono totalmente cumulabili con i redditi da lavoro;

-    i titolari di pensione o assegno di invalidità a carico dell’assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti, delle forme di previdenza esonerative, esclusive, sostitutive della medesima, delle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi con un’anzianità contributiva pari o superiore a 40 anni.

PENSIONATI SOGGETTI ALL'OBBLIGO DI DICHIARARE I REDDITI DA LAVORO AUTONOMO CONSEGUITI NELL'ANNO 2013.

I pensionati che non si trovano nelle condizioni di cui al punto precedente sono tenuti ad effettuare la comunicazione dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nell'anno 2013 entro il 30 settembre 2014, tenuto conto del termine ultimo per la presentazione della dichiarazione ai fini dell’IRPEF.

I titolari di pensione di invalidità e di assegno di invalidità che, non trovandosi nelle condizioni di cui al punto precedente, non sono in concreto assoggettati a tale divieto qualora nell'anno 2013 abbiano conseguito un reddito da lavoro autonomo pari o inferiore a euro 6.440,59.

Inoltre, viene precisato che:

ü  i redditi derivanti da attività svolte nell'ambito di programmi di reinserimento degli anziani in attività socialmente utili promosse da enti locali ed altre istituzioni pubbliche e private, non assumono alcun rilievo ai fini dell'applicazione del divieto di cumulo con la pensione;

ü  le indennità percepite per l'esercizio della funzione di giudice di pace sono cumulabili con i trattamenti pensionistici e di quiescenza comunque denominati;

ü  le indennità e i gettoni di presenza percepiti dagli amministratori locali non costituiscono reddito da lavoro ai fini del cumulo con la pensione ;

ü  le indennità comunque connesse a cariche pubbliche elettive (e, quindi, ad esempio, le indennità per i presidenti e i membri dei consigli regionali, quelle dei parlamentari nazionali ed europei) non costituiscono redditi da lavoro ai fini del cumulo con la pensione;

ü  le indennità percepite dai giudici onorari aggregati per l’esercizio delle loro funzioni sono cumulabili;

ü  i pensionati che svolgono la funzione di giudice tributario sono esclusi dal divieto di cumulo per le indennità percepite per l’esercizio di tale funzione.

REDDITI DA DICHIARARE

I redditi da lavoro autonomo devono essere dichiarati al netto dei contributi previdenziali e assistenziali e al lordo delle ritenute erariali.

Il reddito d'impresa deve essere dichiarato al netto anche delle eventuali perdite deducibili imputabili all'anno di riferimento del reddito.

Con la medesima comunicazione è possibile dichiarare i redditi percepiti negli anni precedenti, ove non si fosse già provveduto.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE

I soggetti tenuti alla dichiarazione individuati a livello centrale hanno ricevuto la richiesta di presentare la dichiarazione in argomento con il “bustone”.

Coloro che non avessero ricevuto la richiesta, pur essendo tenuti a rendere la dichiarazione, possono scaricare il modulo 503 AUT dalla sezione dedicata del portale dell’Istituto:

www.inps.it
– MODULI, compilarlo e inviarlo a mezzo PEC alla sede competente.

REGIME SANZIONATORIO

I titolari di pensione che omettano di produrre la dichiarazione dei redditi da lavoro autonomo sono tenuti a versare all'ente previdenziale di appartenenza una somma pari all'importo annuo della pensione percepita

nell'anno cui si riferisce la dichiarazione medesima. Detta somma sarà prelevata dall'ente previdenziale competente sulle rate di pensione dovute al trasgressore.

DICHIARAZIONE A PREVENTIVO PER L’ANNO 2014

I pensionati, nei cui confronti trova applicazione il divieto di cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo, che svolgano nel corrente anno attività di lavoro autonomo sono tenuti a comunicare il reddito che prevedono di conseguire nel corso del 2014.

Le trattenute che verranno operate sulla pensione "a preventivo" saranno conguagliate sulla base della dichiarazione dei redditi 2014 resa a consuntivo nell'anno 2015.

ACQUISIZIONE DEI REDDITI DICHIARATI DAI PENSIONATI

I redditi da lavoro autonomo dichiarati dai pensionati devono essere acquisiti con le procedure di ricostituzione delle pensioni secondo le modalità in atto.

Sono tenuti a presentare la dichiarazione reddituale a consuntivo anche i pensionati per i quali la situazione reddituale dichiarata a preventivo non abbia avuto variazioni.

Del pari sono tenuti a presentare la dichiarazione reddituale a preventivo anche i pensionati per i quali la situazione reddituale dell’anno in corso non è variata rispetto a quella dichiarata a consuntivo per l’anno precedente.

*    PERSONALE ATA – GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI 3° FASCIA TRIENNIO 2014/2017 – AVVISO DEL MIUR

Si riporta di seguito il seguente avviso del MIUR pubblicato nella propria rete intranet in data odierna.

AVVISO

Come noto è in corso la procedura di riapertura e aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario della scuola per il triennio scolastico di validità 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017.

Giova rilevare che le disposizioni dettate all’art. 3, comma 1, lettera a) del bando di aggiornamento recante ad oggetto “requisiti generali di ammissione” sono da intendersi armonizzate con le prescrizioni contenute all’art. 38 del dlgs.vo 165/2001, così come modificato all’art. 7 della legge 6 agosto 2013 n. 97.

Pertanto deve ritenersi estesa la possibilità di presentazione della domanda di inserimento nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto per gli aspiranti in possesso dei requisiti generali sottoindicati:

-       familiari dei cittadini degli stati membri non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno e del diritto di soggiorno permanente;

-       cittadini di paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per i soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.

Sono fatte salve, in ogni caso, le disposizioni di cui all’art. 1 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976 n. 752 in materia di conoscenza della lingua italiana.

IL DIRETTORE GENERALE

Maria Maddalena Novelli

Allegati:
FileDimensione del FileModificato il
Scarica questo file (DISPOSIZIONE posti sostegno per utilizzi.doc)DISPOSIZIONE posti sostegno per utilizzi.doc786 Kb25-09-2014