Graduatorie LICEO MUSICALE

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale del personale scolastico

Graduatorie ad esaurimento e di istituto del personale docente ed educativo valide per il triennio 2014/16. Disposizioni particolari per i Licei Musicali e Coreutici per la scelta delle sedi ai fini dell’inclusione nelle graduatorie di istituto valide per il triennio 2014/17.

In PERSONALE DELLA SCUOLA la nota Miur

e i moduli-domanda.

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Sommario:

-       Circolare organico di fatto a.s. 2014/2015: Incontro al MIUR

-       TFA 2: Incontro al MIUR

-       Guide operative POLIS

-       CCNI sottoscritto il 26.2.2014 sulla mobilità del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2014/2015. Passaggio nei ruoli delle scuole secondarie di I grado su posti di sostegno – Emanata nota MIUR

-       Consulta Nazionale ATA – Documento finale

*   CIRCOLARE ORGANICO DI FATTO A.S. 2014/2015: INCONTRO AL MIUR

Nella tarda mattinata di oggi, 10 luglio 2014, si è tenuto al Miur, presso la Direzione Generale per il personale scolastico, un incontro quale informativa alle OO.SS. sul seguente o.d.g.: Circolare organico di fatto a.s. 2014/2015.

L’Amministrazione, rappresentata dai dott. De Angelis, Palermo e Alonzo ha illustrato i contenuti della bozza di circolare avente per oggetto: “A.s. 2014/2015 – Adeguamento degli organici di diritto alle situazioni di fatto”.

La stessa ricalca, sostanzialmente, i contenuti della analoga circolare 4 luglio 2013, relativa all’adeguamento degli organici di diritto alle situazioni di fatto per l’a.s. 2013/2014.

Tra le novità vi segnaliamo alcuni contenuti della parte riferita alla informatizzazione degli adempimenti finalizzati alla definizione dell’organico di fatto del personale docente.

In particolare la stessa fornisce alcuni chiarimenti sull’aggiornamento della procedura di informatizzazione che consentirà di acquisire on line, per la scuola dell’infanzia e primaria, anche allegati e documentazioni, nonché la presentazione, per la prima volta, delle domande di utilizzo e assegnazione provvisoria per la scuola secondaria di I e II grado con la procedura delle istanze on line, con i relativi allegati e documentazioni.

L’ampliamento dell’informatizzazione è finalizzato ad una più celere definizione delle operazioni relative all’organico di fatto del personale di ruolo, consentendo una anticipazione delle fasi successive relative alle immissioni in ruolo e alle supplenze.

Nella parte relativa al personale docente vi segnaliamo:

-       per la scuola dell’infanzia potranno essere ammessi alla frequenza i bambini che compiranno 3 anni di età entro il 30 aprile 2015, dopo le effettive valutazioni di carattere pedagogico-didattico del collegio dei docenti in relazione a tempi e modalità di accoglienza;

-       per la scuola primaria è stato puntualmente precisato che, le economie realizzate in attuazione della riforma per il passaggio dalle 30 alle 27 ore nelle classi quarte e quinte, vanno riassegnate all’organico della scuola primaria e utilizzate con priorità nella stessa scuola per il mantenimento del tempo scuola funzionante e, successivamente, per l’ampliamento dell’offerta formativa e del tempo pieno;

-       per la scuola secondaria di II grado i quadri orario dei percorsi di studio previsti dai regolamenti per il riordino degli istituti tecnici e professionali sono implementati con un’ora di insegnamento di geografia generale ed economica, nelle istituzioni nelle quali non sia già previsto l’insegnamento di geografia.                           Si ricorda inoltre l’avvio della sezione di liceo sportivo;

-       per i posti di sostegno si specificano gli incrementi delle quote di organico di diritto derivanti dall’applicazione dell’art. 15, co. 2, del D.L. 12 settembre 2013, n. 104, convertito in legge 128/2013, che comporterà, a regime, una dotazione di organico di diritto pari a 90.032 posti, prevedendo per l’a.s. 2014/2015 un incremento pari a 13.342 posti;

-       per l’istruzione degli adultisi forniscono alcune precisazioni che richiamano i contenuti della C.M. n. 34/2014, relativa all’organico di diritto a.s. 2014/15. Si chiarisce che i docenti e gli ATA, in servizio nell’a.s. 2013/2014 presso i CTP, che nell’a.s. 2014/2015 sono inseriti nei CPIA, rimangono in servizio presso tali CTP, confermando le dotazioni organiche di istruzione degli adulti nelle quantità numeriche dell’a.s. 2013/2014.

Vi precisiamo, comunque, che trattandosi di una bozza, tali anticipazioni potrebbero subire delle modifiche e saranno definitive solo con l’emanazione della Circolare Ministeriale.

La delegazione SNALS-CONFSAL, nel riservarsi puntuali osservazioni sulla bozza illustrata dall’Amministrazione, ha ricordato alla stessa, chiedendone l’applicazione, la recente sentenza del Tar Lazio (ordinanza n. 3053 del 4/7/2014), con la quale è stata sospesa in via d’urgenza la nota MIUR del 28/3/2014. Vi riassumiamo di seguito brevemente la questione:

con sentenza numero 3527/2013, il Tar sezione III bis, accoglieva il ricorso dello SNALS-Confsal, annullando i provvedimenti con cui era stato ridotto l'orario complessivo annuale delle classi seconde, terze e quarte degli istituti tecnici e professionali.

Infatti, nel 2010 il Ministero dell'Istruzione aveva ridotto l'orario delle materie caratterizzanti il corso di studi degli istituti in questione.

Lo Snals si era opposto proponendo ricorso al Tar.

La sentenza, ormai passata in giudicato, comporterebbe il ripristino delle ore di insegnamento e delle cattedre.

Stante l'inerzia del Ministero a dare esecuzione alla sentenza, lo SNALS-diffidava l'Amministrazione a provvedere in senso conforme alla decisione del Tar.

A fronte dell'atto di significazione, il Ministero, con determinazione n. 891 del 28 marzo 2014 riteneva inapplicabile la sentenza per gli anni scolastici 2014, 2015 e seguenti.

Il sindacato, assistito dagli avvocati Mirenghi e Viti, si è visto pertanto costretto a proporre un nuovo ricorso al Tar del Lazio.

Il Tar del Lazio (pres. Dott. Massimo Luciano Calveri, estensore dott. Alfredo Storto), con ordinanza n. 3053 del 4 luglio 2014 , ha sospeso in via d'urgenza la nota del 28 marzo 2014, con la quale il Miur aveva rifiutato di dare esecuzione alla sentenza del Tar.

Risulta pertanto confermato l'obbligo per l'Amministrazione di ripristinare negli istituti tecnici e professionali gli orari curriculari previgenti alla riforma di cui ai D.P.R. n. 87 e 88 del 2010, per il prossimo anno scolastico 2014-2015.

Ovviamente sarà nostra cura tenervi informati sui successivi incontri e sugli esiti della nostra richiesta di applicazione della sentenza, con le conseguenti ricadute sull’organico.

*   TFA 2: INCONTRO AL MIUR

Nella tarda mattinata di oggi, 10 luglio 2014, dopo l’incontro relativo all’organico di fatto, si è tenuto un incontro con il seguente o.d.g.: “Informativa TFA 2”.

L’Amministrazione, rappresentata dai dott. De Angelis, Molitierno e Palermo, ha fornito alle OO.SS. la seguente documentazione: “TFA 2 calendario analitico con domande presentate”; con tale prospetto si forniscono le date dei test di accesso al TFA 2, nonché il numero di domande pervenute, suddivise per classi di concorso e per territorio. Con il secondo prospetto, invece si fornisce un dato relativo al numero delle scuole coinvolte, numero aule e candidati totali.

Vi facciamo notare che il numero dei canditati totali che hanno perfezionato e completato l’iter di presentazione della domanda ed effettuato il previsto versamento risulta comunque inferiore a quello relativo al conteggio analitico delle domande presentate.

L’Amministrazione ha chiarito che tale discrasia deriva dal fatto che non tutti gli aspiranti hanno completato la procedura di effettiva iscrizione al secondo ciclo TFA.

*   GUIDE OPERATIVE POLIS

Vi comunichiamo che, in data odierna, il MIUR, anche facendo seguito alla richiesta formulata dalle OO.SS. nell’incontro del 7 luglio relativo alla dimostrazione POLIS per le operazioni di “mobilità organico di fatto” per la scuola primaria e dell’infanzia (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie), ha inviato i link relativi a: guida operativa domande di mobilità scuola dell’infanzia, guida operativa gestione allegati e guida operativa domande di mobilità scuola primaria.

Trascriviamo di seguito i link di tali guide operative, in modo che le segreteria provinciali possano verificare i vari passaggi, per una consulenza più rapida ed efficace:

http://archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/allegati/IOL_guidaoperativa_domandedimobilita_scuola_infanzia-20.pdf

http://archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/allegati/IOL_guidaoperativa_gestione_allegati-10.pdf

http://archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/allegati/IOL_guidaoperativa_domandedimobilita_scuola_primaria-20.pdf “.

*   CCNI SOTTOSCRITTO IL 26.2.2014 SULLA MOBILITÀ DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED ATA PER L’A.S. 2014/2015. PASSAGGIO NEI RUOLI DELLE SCUOLE SECONDARIE DI I GRADO SU POSTI DI SOSTEGNO – EMANATA NOTA MIUR

Vi comunichiamo che oggi, 10/07/2014, il MIUR ha emanato la nota 6982, di pari data, avente per oggetto “CCNI sottoscritto il 26.2.2014 sulla mobilità del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2014/2015. Passaggio nei ruoli delle scuole secondarie di I grado su posti di sostegno”, che trascriviamo di seguito integralmente. La nota si è resa necessaria in quanto i passaggi nei ruoli delle scuole secondarie di I grado su posti di sostegno, che dovevano essere effettuati per l’a.s. 2014/15 con gestione informatizzata, per problemi tecnici non sono stati effettuati dal sistema informativo.

Gli Uffici Scolastici Territoriali dovranno, conseguentemente, effettuare manualmente tale operazione relativa ai passaggi nei ruoli nella scuola secondaria di I grado su posti di sostegno.

Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Dipartimento per l’Istruzione

Direzione Generale per il personale scolastico

Ufficio IV

Prot. n. AOODGPER 6982                                                                             Roma, 10.7.2014

Agli Uffici Scolastici Regionali

LORO SEDI

Oggetto: CCNI sottoscritto il 26.2.2014 sulla mobilità del personale docente, educativo ed ATA per l’a.s. 2014/2015. Passaggio nei ruoli delle scuole secondarie di I grado su posti di sostegno.

       Sono pervenuti a questo Ufficio diversi quesiti in merito all’ ALLEGATO C – ORDINE DELLE OPERAZIONI NEI TRAFERIMENTI E NEI PASSAGGI DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO – Effettuazione della terza fase – comma 5, parte integrante del CCNI indicato in oggetto.

       Al riguardo, si rende necessario precisare che, nel citato allegato relativo al contratto sulla mobilità per l’a.s. 2014/15 è stato espunto il riferimento alle modalità con cui gli Uffici competenti devono disporre i passaggi nei ruoli delle scuole secondarie di I grado su posti di sostegno, con l’iniziale obiettivo di estendere la gestione informatizzata anche alle operazioni riguardanti tali passaggi.

       Tuttavia tale auspicato intervento sul sistema informativo, non è stato realizzato per problemi tecnici.

       Si informano quindi gli Uffici territorialmente competenti, che il passaggio nei ruoli delle scuole secondarie di I grado su posti di sostegno continua ad essere disposto manualmente dopo l’effettuazione delle procedure automatizzate.

       Al fine di garantire univocità di trattazione delle domande di mobilità e di passaggio, si prega di rivolgere ogni utile chiarimento sulla questione agli uffici degli Ambiti territoriali competenti alla gestione delle istanze.

       Si ringrazia per la collaborazione.

per IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRIGENTE VICARIO

F.to GILDO DE ANGELIS

*   CONSULTA NAZIONALE ATA – DOCUMENTO FINALE

Riportiamo, di seguito, il documento finale elaborato al termine della Consulta del personale ATA tenutasi in data odierna, con preghiera di consegnarne una copia ai componenti della stessa da parte dei segretari provinciali di loro provenienza.

Documento finale

Consulta Nazionale Personale ATA

La Consulta Nazionale del Personale ATA, riunita a Roma il 10/7/2014, ascoltata la relazione del Coordinatore Nazionale Mario D’Onofrio sulla situazione sindacale e sulle problematiche del settore, l’approva all’unanimità.

La Consulta Nazionale, nel merito delle tematiche trattate

stigmatizza

l’intervento governativo operato con il DL 90/2014 con il quale viene operato la drastica riduzione delle prerogative e delle agibilità sindacali che comporta inevitabilmente una ulteriore penalizzazione per i lavoratori in quanto il sindacato svolge una funzione costituzionale a garanzia dell’esercizio dei diritti dei lavoratori e a tutela dei loro interessi e poiché agli stessi fornisce anche una serie di importanti servizi di assistenza e consulenza;

auspica

che in sede di conversione in legge del decreto, il Parlamento rifletta attentamente in merito all’opportunità della norma e ne corregga almeno i termini;

esprime

grande soddisfazione per le Ipotesi di CCNL sottoscritte l’11/6 e 4/7 uu.ss. con le quali:

-        si sancisce inequivocabilmente, come richiesto dal nostro sindacato, che il personale ATA individuato come fruitore delle Posizioni Economiche successivamente al 1° settembre 2011, mantenga il diritto a tale beneficio anche se in base all’interpretazione degli organi di controllo, non condivisa dal sindacato, del D.L. 78/2010, convertito in Legge 122/2010, gli effetti economici dello stesso sono stati sospesi per il periodo del blocco stipendiale previsto nel pubblico impiego;

-        si recupera la validità dell’anno 2012 ai fini della progressione economica di carriera, come già avvenuto per gli anni 2010 e2011;

-      si stabilisce la misura dell’indennità mensile avente carattere di spesa fissa al DSGA cui sia assegnato il posto in comune con altra istituzione scolastica, così come previsto dall’art. 4, comma 70, della L. n. 183/2011;

ribadisce

  • l’indifferibilità della costituzione dell’organico funzionale pluriennale di istituto, al fine di:

-           rispondere alle esigenze di funzionalità e di innovazione della scuola dell’autonomia;

-            ampliare l’offerta formativa all’utenza;

-           dare prospettive occupazionali stabili al personale precario, evitando le onerose ed improduttive esternalizzazioni esistenti;

  • la necessità di:

ü   dare risposte adeguate alla sempre più crescente attività amministrativa, alle esigenze di assistenza per l’integrazione degli alunni diversamente abili, con:

-           l’istituzione delle figure professionali di area C (coordinatore amministrativo e coordinatore tecnico) così come definite contrattualmente nell’unità dei servizi ATA;

-           la presenza di figure di area tecnica anche nel I ciclo di istruzione per le attività di laboratorio scaturenti dalle sempre più diffuse tecnologie informatiche;

ü   addivenire alla determinazione dell’organico del profilo di assistente tecnico con modalità più oggettive rispetto a quella prevista attualmente tramite delibera della Giunta Esecutiva;

ü   portare a soluzione il riconoscimento dell’anzianità ai DSGA ed al personale transitato dagli EE.LL. allo Stato; emanare il nuovo regolamento delle supplenze; mettere a regime la mobilità professionale con l’individuazione di soluzioni per gli assistenti amministrativi impiegati su posti vacanti e/o disponibili di DSGA; indire il bando di concorso ordinario per DSGA;

impegna

la Segreteria Generale a:

  • individuare una idonea e tempestiva soluzione per il periodo settembre/dicembre 2014 per i fruitori delle Posizioni Economiche beneficiari dell’Ipotesi di CCNL sottoscritta l’11/6 u.s., ai fini di un corretto avvio delle attività dall’inizio del prossimo a.s.;
  • dare continuità al piano pluriennale delle assunzioni su tutti i posti vacanti e disponibili, dando anche un equa soluzione ai docenti inidonei;
  • avviare il rinnovo del contratto, ormai scaduto da 5 anni, sostenendo la valorizzazione professionale ed economica di tutto il personale mediante un’adeguata soluzione di copertura finanziaria nella prossima legge di stabilità 2015;
  • sostenere nella riforma degli organi di governo della scuola sia l’istituzione dell’assemblea del personale ATA e sia la partecipazione del DSGA nel consiglio dell’autonomia con diritto di voto;
  • puntare sulla revisione del sistema previdenziale e pensionistico regolato dalla L. 214/2011 mediante l’adozione di flessibilità da definire sulla base della connessione fra l’età anagrafica ed il periodo di contribuzione con la previsione di una equa penalità per l’anticipo dell’uscita, nonché della possibilità concreta di scegliere il regime part-time;
  • adoperarsi per il ripristino della indicizzazione delle pensioni a prescindere dal loro importo e per una soluzione definitiva per coloro che hanno conseguito “la quota 96” nel 2012;
  • superare l’inefficiente e diseconomica distinzione tra organico di diritto e organico di fatto, puntando sull’istituzione dell’organico pluriennale di istituto e di rete, su base almeno triennale, dando attuazione a quanto previsto dall’art. 50 del D.L. 5/2012, convertito nella L. n. 35/2012;
  • sostenere la professionalità del personale ATA con la formazione in servizio e l’aggiornamento, da regolamentare con nuovi criteri, contenute modalità, adeguatamente finanziati.