Graduarorie do circolo e di istituto

GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO: EMANATO IL D.M.

LE DOMANDE ENTRO IL 23 GIUGNO

Il Ministro ha emanato, in data 22/5, il D.M. n. 353 relativo al rifacimento delle graduatorie di circolo e di istituto per gli aa.ss. 2014/2015, 2015/2016 e 2016/2017.

Le nuove graduatorie di circolo e di istituto sostituiscono quelle relative al triennio 2011-2014 e conservano validità per il triennio 2014-2017.

Le domande per l’inclusione nelle graduatorie di circolo e di istituto, in formato cartaceo, vanno presentate entro il 23 giugno; il modello B, per la scelta delle istituzioni scolastiche, sarà presentato esclusivamente con modalità web entro un termine che sarà fissato successivamente.

Resta fermo il giudizio negativo dello Snals-Confsal che impugnerà le nuove tabelle relative alle graduatorie di circolo e di istituto, congiuntamente alle altre OO.SS., in quanto tali tabelle stravolgono quelle del precedente triennio, previste ai sensi del regolamento delle supplenze.

Il decreto ed i relativi allegati in PERSONALE DELLA SCUOLA.

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Comunicato Stampa

Snals-Confsal su anticipo a 5 anni del percorso scolastico

BASTA ANNUNCI SPOT SULLA SCUOLA

Il segretario Nigi: “Anticipo sì, ma solo se rimane inalterata la durata complessiva”

Roma, 23 maggio. “Basta con gli annunci spot sulla scuola senza impegni concreti per la sua qualità e la sua serietà”. Lo dichiara il segretario dello Snals-Confsal, Marco Paolo Nigi a proposito della recente proposta del ministro dell’Istruzione Stefania Giannini di anticipare a 5 anni il percorso scolastico.

“Parlando di bambini di 5 anni, riteniamo più appropriato e urgente garantire le condizioni per una frequenza generalizzata per tutti i bambini e per tutti i tre anni di durata della scuola dell'infanzia. Per creare poi pari opportunità formative e di accesso alla scuola primaria bisogna prevedere l'obbligatorietà dell'ultimo anno”, prosegue Nigi.

”Siamo decisamente contrari – aggiunge ancora – alla riduzione di un anno sia del primo segmento di istruzione sia dei percorsi della scuola secondaria superiore. Se si vuol essere competitivi con l'Europa, tra l'altro solo con alcuni paesi, rispetto all'uscita a 18 anni, allora si può prevedere un anticipo di accesso ai percorsi scolastici, iniziando dalla scuola dell'infanzia, ma lasciando inalterata la durata dei cicli per non produrre una limitazione del servizio e una riduzione degli apprendimenti.

“D'altra parte – conclude Nigi - dobbiamo considerare che non solo è già possibile anticipare l'iscrizione alla scuola primaria, frequentata da bambini anche di 5 anni e 4 mesi, ma che sono cambiate le caratteristiche e le capacità delle giovani generazioni”.

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Calendario scolastico 2014/2015

in PERSONALE DELLA SCUOLA

^=^=^=^=^=^=^=^=^=^

Sommario:

-       T.F.A. - Procedura selettiva di accesso ai corsi: pubblicato il D.D.

-       Indicazioni operative in merito all’art.1, D.L. 66 del 24 aprile 2014 in materia di riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti. Messaggio MEF – Servizio NoiPA

-       Tavolo Tecnico sulle questioni retributive

-       Esami di Stato 2013/2014 – Modalità organizzative e svolgimento

-       Dichiarazioni di Nigi a GR1 RAI sull’anticipo dei 5 anni alla scuola elementare

-       Agenda Incontri

*    T.F.A. - PROCEDURA SELETTIVA DI ACCESSO AI CORSI: PUBBLICATO IL D.D.

Come anticipato nell’incontro al MIUR del 22/5/2014, è stato pubblicato, in tarda serata di ieri, il decreto dirigenziale prot.n. 263 del 22 maggio 2014 avente per oggetto “Indicazioni operative per la presentazione della domanda di partecipazione al test preliminare e per il pagamento del contributo di partecipazione alle prove di selezione di cui all’art. 4 del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca 16 maggio 2014, n. 312”. Con tale provvedimento, di cui all’art. 14, vengono definite le modalità di istituzione, attivazione e organizzazione dei corsi per il 2° ciclo del TFA.

Le domande, che dovranno essere presentate tramite il CINECA e secondo le modalità del comma 1 dell’art. 1, vanno presentate entro le h. 14,00 del 16 giugno 2014.

Chi fruisce dell’ammissione al TFA in soprannumero non dovrà fare nulla in questa fase, ma dovrà attivarsi nella fase successiva gestita dalle Università; il costo di partecipazione è di euro 50 per ogni classe di concorso o ambito territoriale con il limite massimo di 150 euro anche nel caso di domanda per più di tre corsi. Il versamento andrà fatto all’università indicata per ogni regione.

*    INDICAZIONI OPERATIVE IN MERITO ALL’ART.1, D.L. 66 DEL 24 APRILE 2014 IN MATERIA DI RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE PER I LAVORATORI DIPENDENTI. MESSAGGIO MEF – SERVIZIO NOIPA

Come è noto, il MEF – Servizio NoiPA – con il messaggio n. 53/2014, a partire dall’emissione del cedolino del mese di maggio, ha dato attuazione alle disposizioni dell’art. 1 del D.L. 66 del 24 aprile 2014 sulla riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti, tenuto conto anche delle indicazioni contenute nella circolare n. 8/E del 28 aprile 2014 dell’Agenzia delle Entrate.

A riguardo, il 22/5 u.s., il MEF – Servizio NoiPA – con il messaggio n. 59/2014, ha fornito le seguenti ulteriori precisazioni:

ü  per gli amministrati che percepiscano altri redditi non noti al sistema NoiPA e per i quali spettino le detrazioni per lavoro dipendente, è possibile intervenire, su richiesta degli stessi amministrati, modificando il reddito forzato. Tale variazione ha effetto sia sulla verifica mensile del diritto all’attribuzione del credito, che alla sua quantificazione, con impatto anche sulla determinazione delle detrazioni mensili per lavoro dipendente e per famigliari a carico;

ü  per tutti quegli amministrati che hanno richiesto la non applicazione delle detrazioni per lavoro dipendente o il calcolo della tassazione mensile ad aliquota fissa, al fine di procedere con l’eventuale riconoscimento del diritto al credito fiscale, è possibile ripristinare l’attribuzione delle detrazioni per lavoro dipendente;

üsul portale NoiPA sarà disponibile a breve un’apposita funzione self service che consentirà agli amministrati di comunicare direttamente al sistema la rinuncia all’attribuzione del credito. L’amministrato, effettuata la rinuncia, potrà inoltre richiedere al proprio ufficio responsabile il recupero delle somme già erogate. In presenza della rinuncia operata tramite il self service, il recupero delle somme corrisposte e non ancora recuperate sarà effettuato direttamente in occasione del conguaglio fiscale di fine anno;

ü  poiché si è provveduto a dare comunicazione a tutti i potenziali beneficiari del credito fiscale, contestualmente alla pubblicazione del cedolino di maggio, del reddito previsionale 2014, preso come riferimento per la determinazione del diritto all’attribuzione del beneficio, nel caso in cui suddetto reddito non risultasse coerente con l’attuale situazione dell’amministrato, lo stesso potrà richiederne la verifica e l’eventuale modifica;

ü  per la determinazione del reddito previsionale, è stato utilizzato l’imponibile maggiore tra la proiezione annuale del reddito mensile e il reddito forzato presente nel sistema. Quest’ultimo è stato valorizzato, mediante procedure centralizzate, con l’imponibile fiscale del CUD dell’anno precedente o con il reddito dichiarato dal dipendente per il calcolo delle detrazioni;

ü  a causa del persistere in banca dati di redditi forzati non più coerenti, per tali posizioni, si sta procedendo con ulteriori interventi centralizzati volti all’aggiornamento dell'informazione con l’imponibile certificato da NoiPA sul CUD 2014. Tali interventi saranno effettuati prima della prossima emissione della rata di giugno, prevista per il 30 maggio p.v.;

ü  in fase di conguaglio fiscale di fine anno sarà rideterminata l’effettiva spettanza del credito fiscale in base al reddito complessivo e ai giorni lavorati. Per il personale per il quale il sistema NoiPA non procede ad effettuare conguaglio fiscale, come ad esempio il personale supplente breve e saltuario della scuola e volontario del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, il recupero potrà essere effettuato con la dichiarazione dei redditi.

*    TAVOLO TECNICO SULLE QUESTIONI RETRIBUTIVE

La seduta del tavolo Tecnico sulle questioni retributive è prevista per il 4/6 p.v., alle ore 10.30.

*    ESAMI DI STATO 2013/2014 – MODALITÀ ORGANIZZATIVE E SVOLGIMENTO

Il MIUR con l’O.M. n. 37 del 19/5 u.s. ha diramato le istruzioni e le modalità organizzative degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nelle scuole statali e non statali per l’a.s. 2013/2014.

*    DICHIARAZIONI DI NIGI A GR1 RAI SULL’ANTICIPO DEI 5 ANNI ALLA SCUOLA ELEMENTARE

Nel GR1 del 22/05/2014 delle h. 19:00 è andata in onda una dichiarazione del prof. Nigi sulla proposta del Ministro Giannini di anticipare a 5 anni l’entrata alla scuola.

E’ possibile ascoltarla al link http://www.grr.rai.it/dl/grr/edizioni/ContentItem-37917bc9-5b55-4e1d-a1b9-3b1335cf639c.html verso le h. 19,18.

*    AGENDA INCONTRI

MIUR - 26 mag., 2014 h 15.00        -     Area V Dirigenza scolastica:

  • progetto ricerca “Stress lavoro correlato”;
  • varie ed eventuali.